JUVE, IL 4 E’ IL NUMERO MALEDETTO DELLA TUA STAGIONE

29.03.2021 06:45 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
JUVE, IL 4 E’ IL NUMERO MALEDETTO DELLA TUA STAGIONE
TuttoJuve.com
© foto di Nicolo' Campo

Uno dei grandi problemi della Juventus di Andrea Pirlo è sempre stata la continuità. La formazione bianconera in questa stagione non è mai riuscita a vincere più di tre partite di seguito, ha semore fallito la quarta, soprattutto quando era necessario creare quel filotto fondamentale per rientrare nel giro scudetto. Dopo le vittorie con Udinese, Milan e Sassuolo e' arrivata la sconfitta contro l'Inter. Dopo i successi con Bologna, Sampdoria e Roma e' arrivato lo stop con il Napoli, dopo i tre punti ottenuti con Spezia, Lazio e Cagliari, c'è stato il clamoroso ko con il Benevento.

E' evidente che una squadra che vuole ambire al titolo non possa avere queste discontinuità e cali di tensione. La formazione di Pirlo non solo non è mai riuscita nella prima parte di stagione a vincere più gare consecutive, ma nella seconda quando c'è riuscita e doveva fare il salto, è crollata miseramente. A Milano, assenza a parte causa covid, che oggi forse avrebbero portato al rinvio di quella partita, ha sbagliato l'approccio alla partita ed e' stata surclassata. Con il Napoli non è riuscita a vincere una partita dominata ed ha pagato a caro prezzo una pesante ingenuità ed un Var particolarmente scrupoloso, come non accade con la Juventus. Con il Benevento, una gara totalmente sbagliata sotto ogni punto di vista, che deve far pensare perché quando arriva il momento decisivo, la squadra non ingrana. 

FATTORE PSICOLOGICO - sono diverse le possibili cause di questo rendimento fallimentare, alla base, sicuramente un fattore psicologico e di approccio alle partite, da capire se la colpa sia dell'allenatore, oppure se sia dei calciatori, sicuramente qualche problema c'è. 

LA MANCATA REAZIONE - da notare infine, che nelle tre gare, altrettanti ko, la Juventus è sempre andata sotto, sia con l'Inter, che con Napoli e Benevento e non ha dato una reazione veeemente dopo la rete subita.

Insomma, in casa Juve si dovrà riflettere per il presente e per il futuro, oggi la squadra non ha la personalità giusta per esserci nei momenti che contano, ci riuscirà in futuro? Questa la prima domanda a cui rispondere per costruire la Juve di domani.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve