IL CENTRO NON VA, DOMENICA TUTTI CHIAMATI ALLA REAZIONE, DOPO LA CORSA DELLE TARTARUGHE

28.02.2020 11:20 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
IL CENTRO NON VA, DOMENICA TUTTI CHIAMATI ALLA REAZIONE, DOPO LA CORSA DELLE TARTARUGHE

Non ce ne voglia il centrocampo della Juventus, ma anche a Lione la prestazione non è stata buona e tutti sono consapevoli di dover fare di più, bisogna fare meglio, anzi, bisogna fare molto meglio rispetto a quello che abbiamo visto mercoledì, gente che sembrava andare alla corsa delle tartarughe. 

In un centrocampo con poca voglia di correre, un centrocampo con idee un po’ sbiadite e pochi inserimenti, quello che avevamo già detto prima di queste partite ed era uno dei problemi maggiori, si è rivelato realtà.

Abbiamo visto un centrocampo molto statico che non riusciva a coprire e rilanciare l’azione e che andava anche un po’ in difficoltà a livello di corsa. 

In vista della partita con l’Inter serve più di più, serve più dinamicità sempre maggior capacità di inserimento, serve maggiore attenzione, ma soprattutto serve che gli interpreti della terra di mezzo, segnino, un po’ come era successo a Ramsey e nella gara precedente allo stesso Juan Cuadrado.

Insomma, aspettiamoci qualcosa di più cerchiamo di mettere in cascina delle prestazioni migliori e portiamo la Juventus verso un livello più alto.

L’Inter domenica oltre al vantaggio del non avere i tifosi juventini, avrà determinazione per raggiungere la Juventus in graduatoria e Conte caricherà i suoi uomini a pallettoni. Serve la riposta del pacchetto mediano Juve, da Pjanic, che ultimamente non sembra sui suoi livelli, a Bentancur così come Rabiot, che sembra camminare, Matuidi che mercoledì erano meno concentrato del solito dal riscaldamento, agli adattati, Cuadrado e Bernardeschi. Serve una svolta domenica serve a tutti i costi.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve