ESCLUSIVA TJ - De Ceglie sull'ex compagno Morata: "Conosce l'ambiente Juventus a perfezione: farà bene. Pirlo? Ero convinto avrebbe inciso da subito"

22.09.2020 16:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - De Ceglie sull'ex compagno Morata: "Conosce l'ambiente Juventus a perfezione: farà bene. Pirlo? Ero convinto avrebbe inciso da subito"

In merito al ritorno di Alvaro Morata alla Juventus, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Paolo De Ceglie, ex terzino bianconero, compagno del centravati iberico nella seconda metà della stagione 2014-2015, culminata con la vittoria del quarto scudetto consecutivo, della prima Coppa Italia della gestione Allegri e della finale di Champions League a Berlino contro il Barcellona.

Lo hai avuto come compagno, pertanto la domanda è lecita: quali aspettative nutri in relazione al ritorno di Morata in bianconero?

"Sono contento per Alvaro. A livello personale è un ragazzo tenace, che ha un sacco di voglia di lavorare per migliorarsi e che, soprattutto, conosce l'ambiente Juventus. Non farà nessuna fatica ad integrarsi e a entrare nell'ottica di quella mentalità".

Anche per lui si tratta di un ritorno, come lo fu per te nel 2008, nel gennaio 2015 e nel 2016.

"La mentalità Juve è unica: Alvaro conosce a perfezione l'ambiente e sono sicuro che farà benissimo. Gli auguro tutto il meglio possibile".

A proposito di tuoi ex compagni: la Juve di Pirlo ha esordito contro la Sampdoria con un convincente 3-0. Ti aspettavi che si vedesse, da subito, la sua mano?

"Mi aspettavo esattamente quello che abbiamo visto tutti. Una squadra di campioni e professionisti seri, subito in campo, convincente, che trasmette all'esterno di avere le idee chiare. Si avverte la sensazione che si sia iniziato un percorso ben preciso e che si vogliono costruire cose importanti".

Lo hai vissuto da compagno di squadra: ti aspettavi quel temperamento specifico da Pirlo, nelle vesti di allenatore?

"Sì, me lo aspettavo perfettamente così. Ma anche dal punto di vista delle idee non avevo dubbi che avrebbe tentato, fin da subito, di lasciare il segno".

Il lasso di una stagione è molto lungo: che evoluzione ti aspetti del rapporto tra Pirlo e i suoi ex compagni Buffon, Chiellini, Bonucci e - appunto - Morata?

"Hai citato tutti nomi di professionisti totali. Sono personalità intelligenti, che - con il loro apporto - creerano ancora di più le condizioni necessarie per confermarsi vincenti".