ESCLUSIVA TJ - Avv. Messina: “Il calcio ha la possibilità di migliorarsi. Campionato se riprenderà sarà diverso”

08.04.2020 21:00 di Simone Dinoi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Intervista a cura di Raffaella Bon
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Avv. Messina: “Il calcio ha la possibilità di migliorarsi. Campionato se riprenderà sarà diverso”

Le ripercussioni economiche della crisi sul calcio italiano ed europeo ma anche un giudizio su quella che è stata la stagione delle prime squadre maschili e femminili della Juventus. Questi i temi dell’intervista esclusiva realizzata da Tuttojuve.com all’avvocato Sara Messina.

Avvocato, come vede in questo momento il calcio a livello economico?

“Il calcio in questo momento si trova davanti a un momento molto delicato, ma paradossalmente ha la possibilità di migliorarsi. E mi auguro che abbia la forza di rialzarsi e di effettuare alcune riforme che lo rendano più solido”.

Si parla di un piano economico europeo in aiuto del calcio.

“La crisi è globale, senza dubbio è bene che il calcio pensi ad un piano che possa salvaguardare tutto il sistema che rischia davvero un tracollo. Penso che tutti i protagonisti debbano fare la propria parte”.

La perdita economica sarà elevata…

“Assolutamente, ad oggi le perdite sono incalcolabili anche perché non sappiamo quando potrà avvenire la ripresa. Onestamente ad oggi non si capisce neppure se e come finire questa stagione. Ovviamente la sicurezza sanitaria deve essere il primo pensiero. Ad ogni modo, questa emergenza ha fatto capire quanto il sistema sia vulnerabile”.

La prima squadra maschile della Juventus si è ridotta lo stipendio, per le donne è diverso.

“Si, la situazione è diversa per le ragazze, anche perché si tratta di cifre completamente differenti. Ad ogni modo il club bianconero ha fatto sapere che dall’intesa raggiunta sono state escluse le squadre femminili con i rispettivi staff. Un plauso alla Juventus ed i propri giocatori che capendo il momento sono venuti incontro alla società rinunciando ad una fetta di stipendio. E onestamente lo trovo assolutamente giusto e molto responsabile. Penso che in un momento cosi delicato chi può aiutare è bene lo faccia, e questo vale per tutte le categorie di lavoratori”.

Come valuta la stagione della squadra di Sarri?

“Era arrivata in momento cruciale e si è fermata sul più bello. La Juventus stava uscendo da un momento non particolarmente brillante, nel mese di febbraio ha avuto due stop importanti con Verona e l’andata di Champions ma già nel recupero con l’Inter aveva dimostrato di aver risolto il problema. Quando, e se, si riprenderà a giocare partirà un campionato diverso. Con le squadre completamente ferme da un mese e con una preparazione più o meno come quella estiva”.

La Juventus Women invece?

“Anche le ragazze bianconere si sono fermate in testa alla classifica, e venivano da una serie di risultati molto positivi con un solo pareggio nel 2020 che comunque le porta a ben 11 punti di vantaggio sulle inseguitrici Fiorentina e Milan che però devono recuperare una partita. È molto più probabile che il campionato femminile possa essere terminato entro il 30 giugno mancando molte meno gare”.