CALDARA: "È un anno e mezzo che aspetto di venire qui. Sono curioso ed emozionato di vedere Ronaldo. Alla Juve si parla poco e lavora tanto"

14.07.2018 13:41 di Camillo Demichelis Twitter:   articolo letto 21828 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
CALDARA: "È un anno e mezzo che aspetto di venire qui. Sono curioso ed emozionato di vedere Ronaldo. Alla Juve si parla poco e lavora tanto"

Mattia Caldara ha parlato ai canali ufficiali della Juventus, l'intervista è trasmetta su Twitter e TuttoJuve.com ha trascritto le sue parole: "È un anno e mezzo che aspettavo questo momento e finalmente è arrivato. Quindi sono contento e spero di adattarmi il prima possibile. La mia è stata una carriera scalino per scalino sono partito dalla Serie B e pian piano sono salito e adesso che sono arrivato qui, spero di dare il mio contributo alla squadra e di aiutare i miei compagni, quando il mister mi chiamerà in causa e spero di farlo il prima possibile. Per un difensore fare gol è un qualcosa in più. Diciamo che mi ero abituato bene, perché io nelle giovanili non segnavo quasi mai e quindi è stata una cosa un po' inaspettata per me. Provo più gusto quando marco l'uomo perché essendo un difensore è quello che mi piace fare di più. Credo che il 13 mi abbia un po' caratterizzato in tutta la mia carriera. L'ho preso perché il mio idolo era Nesta e aveva il 13, quindi sono felice che non lo aveva nessuno qui alla Juve e sono felice che sono riuscito a prenderlo. Qui alla Juve si parla poco e si lavora molto, quindi so che devo lavorare tanto e davvero non vedo l'ora di farlo. Sono felice che Cristiano sia un mio compagno di squadra, sono molto emozionato e curioso di vedere come si allena e come cura anche gli aspetti fuori dal campo, perché credo che per arrivare a certi livelli e rimanere al top per così tanti anni credo che abbia una mentalità incredibile. E quindi sono curioso di vedere quello e anche ovviamente di vederlo in allenamento per capire quanto sia forte. Fino alla fine forza Juventus".