ALLEGRI, CORAGGIO O FOLLIA? CHE SCELTE!

11.09.2021 09:00 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
ALLEGRI, CORAGGIO O FOLLIA? CHE SCELTE!
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Domanda lecita: Massimiliano Allegri avrà fatto bene a lasciare a casa tutti i reduci dalle Nazionali in Sud America? Non sarebbe stato meglio portare i calciatori almeno in panchina. 

L'allenatore bianconero è stato coraggioso e non porterà nessuno: "Sarà sicuramente una bella partita perché affrontiamo una squadra forte tecnicamente e in un buon momento di forma. Domani non sarà difficile fare la formazione perché ne ho pochi, ho scelto di lasciare a casa i sudamericani. Cuadrado era l'unico che poteva esserci ma ha auto un attacco di gastroenterite ed è in Colombia a fare accertamenti. Verranno con noi De Winter, Soulè e Miretti e magari troveranno spazio. Questo non è un alibi cercheremo di fare risultato. Questo è il calendario e dobbiamo accettarlo, abbiamo 13-14 giocatori più tre ragazzi. I giocatori che hanno giocato stanotte arrivano sabato mattina in Italia, portarli a Napoli col rischio che si facciano male non penso abbia senso. Restano a casa e riposano, martedì abbiamo una partita importante perché la prima partita di Champions e la più importante del girone. Domani noi faremo una grande partita, non so il risultato ma sicuramente una grande partita. Io accetto sempre i calendari, ci sono gli organi competenti che devono decidere cosa fare con le partite. Se tutti esprimiamo il nostro giudizio viene fuori un casino, bisogna accettare quello che ci dicono”.

Fa discutere sicuramente l'assenza di Federico Chiesa che ha giocato due partite con la Nazionale e salterà la gara di domani, qualcosa di poco accettabile: “Chiesa ha avuto un risentimento muscolare, preferisco lasciarlo fuori per precauzione. In una partita di grande intensità come quella di domani ci sono sempre dei rischi. De Sciglio e Pellegrini sono pronti, dovrò valutare chi far giocare”.

NESSUNA EMERGENZA - Allegri rifiuta nettamente qualsiasi considerazione legata all'emergenza: "La parola emergenza non c’è, domani abbiamo la formazione ideale per giocare contro il Napoli. È una partita stimolante e penso che nelle difficoltà noi dobbiamo tirare fuori qualcosa in più. Le prestazioni restano sempre le stesse, poi per me il risultato conta sempre ma vabbè, qualcuno metteva anche in discussione questo. La gestione dell’imprevisto bisogna allenarla e migliorarla, ci sono troppe situazioni che non sono decifrabili prima della partita ma domani bisogna giocare con tranquillità e forza mentale”.

L'allenatore bianconero richiede calma:  “Con calma arriviamo ma non c’è fretta. Ci sono tante partite, un pezzetto alla volta ma intanto pensiamo a domani”.

Del resto gli obiettivi della Juve sono sempre quelli di essere in tutte le competizioni a marzo. Allegri sa benissimo che la squadra deve rialzarsi dopo la falsa partenza. 

Sicuramente Allegri sa che questa partita conta molto, la Juventus deve dare un segnale, lui l'ha fatto con scelte al limite del clamoroso, la squadra dovrà fare il resto con una prestazione all'altezza.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve