LIVE TJ - PARATICI A SKY: "Con agente Dybala contatti quotidiani, ma non possiamo dimenticarci il momento che stiamo vivendo. Puntiamo su Morata anche per il futuro. Rovella ha grande talento, andrà lontano. Avanti con linea giovane"

11.04.2021 14:44 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - PARATICI A SKY: "Con agente Dybala contatti quotidiani, ma non possiamo dimenticarci il momento che stiamo vivendo.  Puntiamo su Morata anche per il futuro. Rovella ha grande talento, andrà lontano. Avanti con linea giovane"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il responsabile dell'area tecnica della Juventus Fabio Paratici è stato intervistato da Sky Sport. Ecco le sue considerazioni:

In prospettiva che tipo di giocatore e sarà Rovella per la Juventus?
"Rovella siamo contenti di essercelo accaparrato, perchè è un giocatore italiano molto bravo, di grande talento, credo che la dote migliore che abbia sia la quella di avere a cuore il suo lavoro, è un ragazzo molto intelligente, di avere a cuore il calcio, di avere a cuore la sua carriera, e questo lo porterà sicuramente lontano. Per quanto riguarda la linea giovane, abbiamo anche Pellegrini che oggi è infortunato, che è in prestito al Genoa, abbiamo altri giocatori in prestito che stanno facendo molto bene, è la nostra filosofia intrapresa da un paio d'anni e continueremo su questa linea".

A Madrid si dice che aspettino Morata, la Juve non ha ancora dato segnali. Possiamo confermare che almeno rinnoverete il prestito?
"La situazione di Morata ha tante porte aperte, nel senso che abbiamo una tipologia di accordo con l'Atletico Madrid che ci può dare la possibilità di acquistarlo subito, di riaverlo in prestito, quindi sicuramente è un giocatore che a noi ha dato molto, sta dando molto, su cui puntiamo, perchè anche lui ha un certo tipo di mentalità, di atteggiamento ed è un ragazzo serio, che sono le basi per cui abbiamo creduto sempre in Alvaro".

E quanto puntate anche su Dybala? Tu hai sempre detto che i dialoghi per il rinnovo sono positivi, ma sembriamo a un punto di interruzione, di stallo. A che punto sono i dialoghi?
"Intanto, i discorsi con Dybala... noi ci sentiamo ogni settimana con il suo agente, è chiaro che non possiamo dimenticarci il momento che stiamo vivendo, e non parlo solo di calcio ma di aziende, di professionisti, di mondo in generale, dove un anno fa sembrava che il Covid fosse una parentesi nella nostra vita di un paio di mesi, abbiamo ripreso d'estate a giocare con grande ottimismo e grande libertà, siamo arrivati a riaprire gli stadi fino a mille persone  e poi a settembre-ottobre, siamo ritornati indietro, siamo ripiombati in una negatività da cui ad oggi non siamo ancora usciti. Dobbiamo guardare e avere grande senso di responsabilità in tutte le cose che facciamo e in tutte le mosse che facciamo. Questo non vale solo per il calcio, per la Juventus, per un'azienda di calcio, ma se uscite dal vostro studio e chiedete a un ristoratore, a un barista o a un impreditore qualsiasi mossa che farà nei prossimi 1-2-3-5 anni, credo vi dica che è molto cauto ed è molto attentoa a quello che andrà a fare".

Quindi la linea della prudenza economica caratterizzerà la linea della politica della Juventus nel prossimo mercato?
"Non credo sia la politica della Juventus, è una politica testimoniata anche dai numeri dell'ultimo anno e c'è e ci sarà una presa di coscienza di tutti noi, come ho detto, ma non solo noi del calcio, questo è un discorso più generale, che va a toccare tutti i settori della nostra vita".

IN AGGIORNAMENTO