LA LANTERNA VERDE - VITTORIA PREZIOSA MA IL DUETTO CR7-DYBALA E’ STONATO…

22.04.2021 04:14 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE - VITTORIA PREZIOSA MA IL DUETTO CR7-DYBALA E’ STONATO…

Ok, la Super League non fa più notizia. Come ha spiegato il buon Paratici, “… ne hanno parlato proprio tutti”. Un giorno, capiremo meglio e, magari, sapremo molto di più di quello che è filtrato. Con il progetto Super League richiuso nuovamente a chiave nel cassetto dell’ufficio di Agnelli, è necessario tornare a focalizzarsi sul pass per la prossima Champions League, il vero obiettivo di questo complicato finale di stagione. La Vecchia Signora non può permettersi di restare fuori dalla massima competizione organizzata dalla UEFA, ancor più alla luce del fallimento dell’idea Super League…
Bene, la Juventus vista contro il Parma non ha incantato ma, per fortuna, ha portato a casa l’intero bottino. Nonostante un gioco ancora balbettante e, in alcuni momenti, una velocità di esecuzione paragonabile a quella dei film romantici anni ’70 (lentissimi visti con gli occhi di oggi), i bianconeri sono riusciti ad avere la meglio contro un Parma dignitoso e per nulla intimorito dai vari CR7 e Dybala. Ecco, CR7 e Dybala… Le statistiche sono dalla loro parte. Ogni volta che sono scesi in campo (quest’anno), la Juventus ha sempre vinto ma, ad onor del vero, il duetto non è molto intonato. I due si cercano, provano anche ad incitarsi l’un l’altro. Eppure, il dialogo non è fluido. Non si intendono, calcisticamente parlando. In un paio di occasioni, si sono ritrovati nella stessa posizione, quasi imbarazzati dal dover spiegare il perché… Non me ne voglia nessuno ma la sensazione è che uno sia di troppo. Una soluzione va trovata in vista della prossima stagione. Sarà una scelta difficile… Anche perché entrambi, meglio sottolinearlo, sono di una pasta rarissima, quella dei campionissimi. 
Cosa evidenziare dalla vittoria (sofferta) ai danni dei ducali? Nello specifico, tre “momenti”. 
1) CR7, oltre a non essere un fenomeno nel calciare le punizioni, è anche in grande affanno quando va in barriera. Come contro il Porto, è il colpevole sul calcio piazzato che vale il momentaneo vantaggio dei parmensi…
2) Alex Sandro ha giocato la sua prima grande partita dell’intera stagione. Finalmente si è rivisto il vero brasiliano, quello che, al suo arrivo a Torino, aveva lasciato tutti a bocca aperta. La speranza è che non sia stata un’eccezione…
3) Il centrocampo della Juventus di oggi non è in grado di tenere un ritmo elevato a tempo indeterminato. Arthur, nello specifico, va troppo a sprazzi e Bentancur non può mai impostare dal basso…
Ci sarebbe un quarto punto: m quanto è forte De Ligt? Ma questa non è una novità, vero? E dire che c’è chi ha criticato il suo acquisto per 78 milioni di euro (li vale tutti). Forse sono gli stessi che hanno parlato, quasi fossero i più grandi esperti in materia, della Super League? Dai no, non devo cadere nel tranello… 
Insomma, un turno infrasettimanale positivo per il risultato e poco altro. Comunque sia, dopo 72 ore di terremoto mediatico, è stato divertente tornare a scrivere di calcio giocato e poco importa se non è stata una Juventus scintillante. C’è anche chi, in questa giornata, ci ha lasciato le penne…