LA LANTERNA VERDE - Inter-Juventus, i duelli sulle fasce e l’assist decisivo… Intanto su Alcaraz…

01.02.2024 00:02 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Inter-Juventus, i duelli sulle fasce e l’assist decisivo… Intanto su Alcaraz…

Inter-Juventus si avvicina sempre più. Ormai non si parla d’altro. Sinner fa ancora notizia ma soprattutto a livello mondano mentre, gli appassionati di calcio, sono proiettati esclusivamente sul big match di domenica sera. Ci si gioca tanto in questa partita. L’Inter, potenzialmente, può volare a +7 (dovesse poi battere l’Atalanta) mentre la Juventus ha l’occasione per un ri-sorpasso che metterebbe ancor più pepe sulla volata Scudetto. Chiaramente, gli uomini copertina, sono Vlahovic e Lautaro Martinez, i due cannonieri delle rispettive squadre ma ci sono mille altri spunti di interesse, come i duelli sulle fasce. Se le previsioni non verranno stravolte, Kostic sfiderà Darmian e Cambiaso se la vedrà con Dimarco. Poi, a gara in corso, probabile l’ingresso di altri esterni come Weah, ad esempio, per quanto concerne la squadra di Allegri…
Allegri crede molto nel gioco sugli esterni, esattamente come Inzaghi. Riuscire a trovare la profondità e mettere palloni interessanti in area è uno dei principi su cui si basa l’attacco bianconero. Kostic e Cambiaso hanno confezionato, insieme, sei assist in questa stagione. La speranza è che il numero possa essere incrementato a San Siro. Per entrambi, non sarà facile. Dimarco è uno che spinge moltissimo (cinque assist). Non ha paura di rischiare la giocata e sa pure inserirsi bene senza palla. Darmian è più attento alla fase difensiva ma, quando serve, sa proporsi.

Insomma, Cambiaso e Kostic dovranno giocare la classica partita perfetta per aiutare la Juventus a prendere possesso delle fasce. Personalmente mi aspetto molto da Kostic. Rispetto alla passata stagione, sembra meno coraggioso, quasi intimidito. Allegri non rinuncia mai al suo apporto ma credo sia lecito attendersi qualcosa in più. E’ ancora a quota zero gol stagionali (lo scorso hanno ne ha segnati tre). Non sarebbe male festeggiare la prima rete a San Siro, no? Ma andrebbe benissimo anche un assist…
Passiamo ad Alcaraz. Scontata l’ironia di molti tifosi non bianconeri: “Hanno preso un bravo tennista per assomigliare a Sinner”, una delle tante battute social… In realtà, l’argentino è un giocatore con potenzialità importanti. Di fatto, come mi hanno confermato gli amici inglesi, è un jolly. Può giocare come trequartista, come attaccante esterno o mezz’ala e, all’occorrenza, anche come punta. Ha un discreto feeling con il gol (otto reti in 47 gare con il Southampton) e una tecnica più che buona. Inoltre, è un classe 2002. Praticamente, ha qualche mese per convincere la Juventus a puntare su di lui anche in futuro (l’accordo è con la formula del diritto di riscatto). Insomma, un profilo “alla Giuntoli”. Magari è anche bravo a giocare a tennis…