LA LANTERNA VERDE - CRISTIANO RONALDO COME RE MIDA…

22.08.2019 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE - CRISTIANO RONALDO COME RE MIDA…

Il calcio è un gioco di squadra. Si scende in campo in 11. Tutti hanno la stessa importanza, ognuno il suo compito. Poi ci sono le eccezioni. Una frequenta, da sempre, il giardino del Camp Nou. Quando passa lui, la gente si immobilizza. Messi è sempre Messi. L’altro, per fortuna, ha scelto di illuminare la città di Torino, facendo della Juventus un club ancor più idolatrato al mondo. Se un tifoso coreano è arrivato al punto da volare fino in Svezia solo per conoscere il motivo del rifiuto di Sua Maestà di scendere in campo a Seul, allora significa davvero che CR7 è l’altra eccezione. Lo ammetto, non credevo che l’impatto, a livello mediatico, del cinque volte Pallone d’Oro potesse essere così sconvolgente. Intendiamoci, era evidente che, uno come lui, sposta gli equilibri, sia in campo che fuori dal rettangolo di gioco ma non mi aspettavo un simile effetto. Lui è come il celeberrimo re della Frigia, ossia Mida, capace, grazie a Dionisio, di trasformare tutto ciò che tocca in oro. Un suo post vale più di 900 mila euro, ogni “comparsata” di Giorgina al suo fianco lo rende il più invidiato del pianeta e poi c’è quello sguardo napoleonico, che lo rende tanto affascinante quanto irraggiungibile. E dire che, chi ha la fortuna di frequentarlo quotidianamente, lo dipinge come un “ragazzo normale a cui piace fare scherzi e divertirsi” (parole di De Sciglio, rilasciate al sottoscritto per Calcio2000). Bene, non sembra affatto “normale”. Ogni sua apparizione è paragonabile ad un momento sacro, dove accade qualcosa di eccezionale. I tifosi lo adorano per quello che fa in campo, con la casacca della Juventus ma, l’intero mondo, lo apprezza (o lo disprezza) per essere, semplicemente, CR7. Sa comportarsi da star, perché lui è una star e non una qualunque. Tutto questo per dire che siamo fortunati ad averlo tra noi, in Italia, a Torino, alla Juventus… Godiamocelo! Ogni secondo trascorso ad osservarlo è pura delizia. Come diceva Jerry Calà, “Libidine, doppia libidine, libidine coi fiocchi” (dal film “Bomber). Chissenefrega di quanto guadagna o di come spende i suoi soldi, a me interessa vederlo in azione, sia con la palla tra i piedi, sia mentre chatta con un milione di followers. Un giorno, tutto questo finirà. Bene, tutti noi potremmo dire di “esserci stati quando CR7 dominava il calcio, in tutte le sue forme”.
Ma cosa dobbiamo aspettarci da questa nuova stagione con CR7 alla guida della Vecchia Signora? Di tutto… La sua voglia di vincere è paragonabile solo alla sua grande abilità nell’apparire sempre meraviglioso. Dovesse riuscire a portare quella maledetta coppa che ogni singolo tifoso bianconero sogna da anni, allora dovremmo fare un’ulteriore eccezione all’eccezione. Io credo nei miracoli e, soprattutto, sono un fan devoto di Cristiano Ronaldo. Con lui, tutto è possibile. Quindi, ben venga l’inizio della stagione 2019/20. Non vedo l’ora di ammirare l’entità più vicina all’uomo da sei milioni di dollari (uno dei miei telefilm preferiti di quando ero un ragazzino). Allora, sognavo, ad occhi aperti, di avere i poteri di Steve Austin (googlare per chi non se lo ricorda o lo confonde con l’altro Steve Austin, il ribelle Stone Cold). Poi, però, quando tornavo con i piedi per terra, mi rendevo conto che si trattava di semplice finzione televisiva. Poi, però, o incontrato CR7 e ho avuto la sensazione che il portoghese fosse davvero come Steve Austin…