Juve-Fiorentina 2-1, le pagelle. CR7 sprint scudetto. Alex Sandro testa da 37esimo

20.04.2019 20:05 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato all'Allianz Stadium
© foto di www.imagephotoagency.it
Juve-Fiorentina 2-1, le pagelle. CR7 sprint scudetto. Alex Sandro testa da 37esimo

Szczesny 6: sul gol del vantaggio viola viene messo ko da Rugani, poi lo salva il palo. Fa venire i brividi con un'uscita di piede sconsiderata a metà prima frazione, che riscatta con un bella uscita su Chiesa e una gran parata nel finale.

Cancelo 6: difensivamente sbaglia qualcosa, con letture, nei primi 25 minuti, apparentemente prive di ogni logica per cui la Fiorentina ringrazia: si salva con un'ottima diagonale difensiva nel secondo tempo e cresce con il passare dei minuti. Non è mai perfetto, ma dà una bella mano in avanti.

Bonucci 6: inizio terribile, poi però entra in partita e salva almeno tre situazioni che avrebbero allontanato inesorabilmente lo scudetto (almeno per oggi).

Rugani 5: nell'azione del gol viola non ci capisce nulla, finendo per essere controproducente. In generale sembra sempre sorpreso quando attaccato, anche quando riesce a cavarsela.

Alex Sandro 6.5: inizialmente dorme, come quasi tutta la Juve. Si sveglia e la sveglia con una grande girata in tuffo di testa che vale il pari e conseguentemente lo scudetto. Dal gol in poi è più presente.

Emre Can 6.5: nei momenti di peggior Juve, lui è sempre quello che si salva. Cerca di aumentare i giri quando la macchina è ingolfata, dando spesso l'impressione di essere l'unico (o uno dei pochi) non ancora in vacanza.

Pjanic 6.5: non è chiaro come la Juve aggredisca la partita, e lui spesso si trova a metà tra il dover impostare e accompagnare l'azione offensiva quasi da trequartista. Nel caos generale se la cava, fornendo l'assist per Alex Sandro e sfiorando due volte il gol (65' Bentancur 6.5: entra bene in campo, aggressivo e attento)

Matuidi 6: tanta corsa e qualche inserimento in zona centrale, ma anche tanti errori. La sensazione è che sia un po' in debito d'ossigeno.

Cuadrado 5.5: nel primo tempo sembra avere il freno a mano tirato. Dà l'impressione a tratti di poter sprintare benissimo, ma raramente trasforma le sensazioni in realtà (86' De Sciglio sv)

Cristiano Ronaldo 6.5: vuole fare gol, si vede dal primo pallone che transita dalle sue parti. Tra imprecisione e opposizione avversaria non ci riesce, ma decide comunque di chiudere il discorso scudetto con uno sprint pazzesco che lascia lì gli avversari e obbliga Pezzella all'autorete. Decide che è ora che la Juve chiuda i giochi e voilà. 

Bernardeschi 5.5: è dappertutto, ma fa anche tanta confusione nella scelta delle giocate e delle zone da aggredire. Diverse occasioni restano potenziali per qualche sbavatura nell'ultimo tocco o nel controllo, però sarebbe stato puntuale sul cross di Ronaldo. (74' Kean sv)

All. Allegri 6: missione compiuta. Non contava altro. Ci sarà spazio per le celebrazioni e il riconoscimento dei giusti meriti, ma la Juve di oggi, con tutti gli alibi del caso, fatica terribilmente nel primo tempo e sembra davvero scarica. Nella ripresa decisamente meglio.

L'AVVERSARIO 

Fiorentina (4-3-3):  Lafont 6.5; Milenkovic 6.5, Pezzella 5, Ceccherini 6, Hancko 5; Benassi 5.5 (73' Gerson 5.5), Veretout 6.5, Dabo 6; Mirallas 5.5 (80' Fernandes), Simeone 5, Chiesa 7 (65' Muriel 6)