ESCLUSIVA TJ - Renato Buso: "Viola col coltello tra i denti, Juve non regalerà nulla. Vlahović macchina da guerra, diventerà il più forte di tutti con la giusta serenità"

20.05.2022 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Renato Buso: "Viola col coltello tra i denti, Juve non regalerà nulla. Vlahović macchina da guerra, diventerà il più forte di tutti con la giusta serenità"
TuttoJuve.com
© foto di Giacomo Morini

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex centrocampista bianconero e tecnico del settore giovanile della Fiorentina, Renato Buso, per parlare approfonditamente di Dušan Vlahović e non solo:

Che sfida sarà Fiorentina-Juventus?

"Sarà un match valido solo per la Fiorentina, perché in caso di vittoria l'accesso alla Conference League sarebbe possibile. La Juventus, ormai, ha raggiunto il suo obiettivo, ma resta una sfida molto sentita in cui i bianconeri non regaleranno nulla. Mi aspetto una viola col coltello tra i denti".

Che clima ci sarà?

"Molto particolare, a Firenze lo stadio sarà pieno ed è già pronta una coreografia particolare. E' un match importante, così come quello che valeva per la Coppa Italia, e dopo tanti anni c'è la possibilità che la Fiorentina possa tornare in Europa dopo un paio di anni in cui si è salvata nelle ultime giornate. L'ambiente sarà molto caldo, per la viola c'è un solo risultato".

Giocherà Dušan Vlahović? Te lo aspetti titolare?

"Ho letto che potrebbe non giocare a causa di una diffida, ma la decisione finale spetterà all'allenatore. Da quel che so, la squadra bianconera arriverà domani all'ora di pranzo. La scelta avverrà da quel momento in poi, considerando che la Juve è un po' in difficoltà a livello di organico".

A proposito: come giudichi la stagione del serbo?

"Il suo rendimento è stato straordinario, è il vice capocannoniere del campionato. Nella Juve è andato un po' in difficoltà, ma la squadra quest'anno non era come quella degli altri anni. I complimenti a Prandelli mi sono molto piaciuti, è sempre molto bello poter manifestare la propria riconoscenza verso un allenatore e coloro che ti hanno aiutato".

Credi che nella Juventus, a dispetto di come giocava con Italiano, abbia un po' sofferto il nuovo schema?

"La difficoltà maggiore di quest'anno è stata quella di produrre un gioco, la Juve non è una squadra che è riuscita spesso a giocare in contropiede e quindi non arrivavano molti palloni agli attaccanti. Dušan è stato bravo a segnare i suoi gol, ma in qualche frangente l'ho visto un po' nervoso. Ci tiene molto e vuole sempre il massimo, il suo obiettivo è di esprimersi sempre ad alti livelli. E quando non ci riesce, non è ancora in grado di mantenere la calma. Allegri ha ragione quando parla di un problema di crescita, è ancora un po' inesperto. Sarà in grado di migliorare molto presto".

Forse il suo nervosismo, con l'arrivo di Di Maria e il rientro di Chiesa, potrebbe anche un po' calmarsi.

"Sì, ne sono sicuro. E' un giocatore determinante, di personalità, che con l'esperienza riuscirà ad acquisire la giusta serenità".

Vlahović diventerà l'attaccante più forte di tutti?

"Sono convinto di questo, già quest'anno è alle spalle solo di Immobile. E' una macchina da guerra, si allena dalla mattina alla sera, è competitivo e vuol sempre vincere. Ci vorrà solo un po' di tempo, ma con la giusta serenità diventerà il più forte di tutti".

Si ringrazia Renato Buso per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.