ESCLUSIVA TJ - Larini (scopritore Buffon): "Sapevo del suo addio alla Juve. Fisicamente sta bene: cerca un progetto stimolante, oppure..."

11.05.2021 18:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Larini (scopritore Buffon): "Sapevo del suo addio alla Juve. Fisicamente sta bene: cerca un progetto stimolante, oppure..."
TuttoJuve.com
© foto di Alessio Alaimo

Riguardo all'addio alla Juventus annunciato da Gianluigi Buffon medesimo, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Fabrizio Larini, scopritore del portiere bianconero, che spinse maggiormente per portarlo - giovanissimo - al Parma.

Come commenta l'annuncio del suo addio alla Juventus?

"Ne ero al corrente, sono in contatto con il suo storico procuratore, Silvano Martina: offerte ne ha anche ricevute, ma il suo desiderio è quello di giocare in una squadra che faccia le coppe. In caso non l'avesse trovata si sarebbe ritirato. Erano due opzioni di cui, tra l'altro, Buffon stesso aveva parlato".

Secondo lei si aspettava una telefonata in più da parte della Juve, volta a continuare insieme?

"Conosco Gigi: a lui non piace star lì a guardare. Vuol essere protagonista. Nel pieno rispetto, ovviamente, della storia del suo club".

Dal suo punto di vista può essere concretamente protagonista, come vorrebbe, in un top club?

"Lui fisicamente sta bene. Da quello che so io non ha nessun tipo di problema. Bisogna vedere dal punto di vista della continuità delle partite".

Lo ha scoperto giovanissimo portandolo al Parma: qual è il ritratto del giovanissimo Buffon?

"Era un giovane esuberante e molto tenace. Ha una grande famiglia alle spalle, composta da atleti: lo hanno sempre indirizzato nella strada giusta. I nostri osservatori me lo segnalarono in breve tempo: non avevo mai visto un giovane così. La sua grande dote è sempre stata di capire prima che cosa sarebbe successo, specie nelle uscite".

Dovesse dargli un consiglio sul da farsi, ora come ora?

"Non ha bisogno dei miei consigli: ha 43 anni e un'esperienza senza precedenti. Gli consiglierei di continuare solo se trova un progetto che lo stimoli davvero. Altrimenti no".

Si ringrazia Fabrizio Larini per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.