ESCLUSIVA TJ - Giovanni Bia (Ag. Cambiaso): "Sta facendo bene, vuole soddisfare tutti gli obiettivi per tornare presto alla Juve. Mercato? Vi racconto la trattativa..."

02.09.2022 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Giovanni Bia (Ag. Cambiaso): "Sta facendo bene, vuole soddisfare tutti gli obiettivi per tornare presto alla Juve. Mercato? Vi racconto la trattativa..."
TuttoJuve.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato, in esclusiva, il procuratore di Andrea Cambiaso in prestito dalla Juventus al Bologna, Giovanni Bia, per parlare approfonditamente del suo assistito e non solo:

Come procede l'esperienza di Cambiaso al Bologna?

"La stagione è appena iniziata, siamo solo all'inizio e sta facendo bene. Andrea è alla ricerca della miglior condizione, si trova bene con il mister e con i compagni. A Genova gli volevano bene tutti, non ha avuto nessun problema ad inserirsi nel nuovo ambiente. Ha già fatto gruppo con gli altri".

Quali sono gli obiettivi per questa stagione?

"Vuol giocar bene come lo scorso anno, purtroppo è stata drammatica a livello di squadra per via della retrocessione. Speriamo che riesca a centrare tutti gli obiettivi, far qualche gol e così tornare presto alla Juve".

Sappiamo che è un giocatore molto eclettico, gioca a sinistra e a destra con indifferenza. Lui nasce come mezz'ala, è possibile rivederlo in quel ruolo?

"Ha giocato qualche volta come mezz'ala lo scorso anno, per me è più un esterno di difesa. Questo, poi, è molto sindacabile, dipenderà da dove lo vorrà schierare l'allenatore. Anche perché qualcuno dice che è mancino, qualcun altro destro, per cui è indifferente".

Quindi è mancino oppure destro?

"Se gli chiedi con che piede calcia il rigore, ci pensa un po' prima di rispondere. E magari dopo un mese cambia la risposta. Per me è più bravo a destra che a sinistra, ma è solo un mio parere".

Ci puoi raccontare come è stata la trattativa con la Juventus? Sembrava tutto fatto, poi ci sono stati quei dieci giorni di fuoco in cui sembrava tutto saltato.

"L'operazione con i bianconeri era praticamente chiusa, dopo che l'Inter - che aveva fatto di tutto per prenderlo - non ha avuto la possibilità di intervenire. C'era l'accordo, ma poi è sorto il problema di Dragusin che era inserito come contropartita. Le valutazioni del calciatore rumeno si sono rivelate un po' più lunghe del previsto, la trattativa è così andata poi per le lunghe. Ma non certamente per colpa nostra".

Feedback con la Juventus? Come sono?

"E' tutto normale, tranquillo, procede nella norma. Siamo contenti così".

Quale è il tuo pensiero sui bianconeri?

"Con lo Spezia è stata una partita un po' particolare, ma la Juve è in ricostruzione ed è una squadra che sa quel che vuole. Ha rischiato poco o nulla, il risultato tra l'altro poteva essere anche più largo. Gli allenatori dei club medio-piccoli, tra l'altro, affermano di preferire incontrare le big in questo periodo in quanto non sono ancora al 100%. E' una consuetudine, lo abbiamo visto anche col Napoli".

Si ringrazia Giovanni Bia per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.