ESCLUSIVA TJ - Donato Bottone: "In porta farei giocare ancora Buffon. Che rimpianto Haaland! Pirlo? Secondo me colpe non sue: il problema di questa Juve è..."

24.12.2020 17:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Donato Bottone: "In porta farei giocare ancora Buffon. Che rimpianto Haaland! Pirlo? Secondo me colpe non sue: il problema di questa Juve è..."
TuttoJuve.com
© foto di Imago/Image Sport

Per un primo bilancio sommario tanto della Juventus di Andrea Pirlo, quanto dei giovani lanciati sin qui, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Donato Bottone, ex giovane promessa del vivaio bianconero.

Bottone si è affacciato alla prima squadra tra il 2008 e il 2009, condividendo lo spogliatoio con Giorgio Chiellini e Gianluigi Buffon (oltre ad una lunga parentesi di Settore Giovanile con Carlo Pinsoglio).

Parlando di giovani non si può rimproverare a Pirlo di averne lanciati sin qui: da Frabotta, a Dragusin, oltre a Portanova...

"Sì, sotto questo aspetto a Pirlo il coraggio non manca: se ti vede bene prende e ti butta dentro! Sarebbe piaciuto a me far parte della Primavera o dell'Under 23 attuali: avrei avuto molti stimoli".

L'ultima partita del 2020 ha segnato un'autentica debacle per i bianconeri: 0-3 con la Fiorentina. Un ko figlio della pancia eccessivamente piena, oppure - paradossalmente - di uno stato di poca esperienza a livello complessivo?

"Ma no, le valutazioni da fare sono altre. Io sono juventino e ho giocato nella Juve, ma una cosa va detta: non c'è la qualità per poter andare fino in fondo - primo -; secondo quest'anno, a fatica, lotterai per lo scudetto. Il problema è legato alla poca qualità".

Sul banco degli imputati vi è, ormai da quattro stagioni a questa parte, il centrocampo...

"Non è un centrocampo completo; non c'è qualità sufficiente. McKennie è volenteroso, ma manca qualcosa: è palese".

Ti sei affacciato in prima squadra dieci anni fa e in porta c'era Gigi Buffon. Ti stupisce la sua longevità?

"Io farei giocare titolare lui al posto di Szczęsny: a me non trasmette sicurezza. Avete visto Gigi contro il Barcellona e contro il Parma? Io quelle urla, quegli incitamenti a non mollare mai li conosco: Gigi è ancora il più forte, all'alba dei 42 anni".

Altri tuoi ex compagni, attualmente senatori della Juve, sono Chiellini e - soprattutto - Pinsoglio. Dal tuo punto di vista stanno faticando a supportare Pirlo, in questo avvio di nuovo corso?

"Assolutamente no. La colpa poi non è nemmeno di Pirlo: si vede che lui ha idee ambiziose, ma il suo calcio non è un calcio adatto ai giocatori della Juve: non dispone della qualità necessaria. E' come se gli mancasse il pane".

A gennaio, dal tuo punto di vista, urge intervenire sul mercato?

"Ovvio che sì. E aggiungo che un giocatore come Haaland sarebbe servito eccome. Peccato che la Juve se lo sia lasciato sfuggire".