ESCLUSIVA TJ - Della Valle (Gazzetta dello Sport) su Vlahović: "Input arrivato da Elkann, decisiva l'apertura della Fiorentina. La commissione degli agenti sarà probabilmente in doppia cifra. E sul centrocampo..."

27.01.2022 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Della Valle (Gazzetta dello Sport) su Vlahović: "Input arrivato da Elkann, decisiva l'apertura della Fiorentina. La commissione degli agenti sarà probabilmente in doppia cifra. E sul centrocampo..."
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, la firma della Gazzetta dello Sport del pezzo di rottura che ha anticipato i dettagli dell'affare Vlahović, Fabiana Della Valle, per parlarne approfonditamente e non solo:

Si può dire che la tua notizia del 21 gennaio abbia davvero scatenato l'inferno. Ci puoi raccontare qualche retroscena in più su quella che sarà la trattativa più importante di tutto il mese di gennaio?

"Ti confesso che quando mi è arrivata la notizia, all’inizio ho faticato a crederci. La fonte però era molto buona, ci ho lavorato e ho trovato riscontri, con la grande incognita della riuscita dell’operazione. La svolta è stata la domenica sera, quando ho avuto la certezza che la Fiorentina era disposta a trattare: lì ho capito che l’affare sarebbe andato in porto. La volontà del giocatore è stata determinante".

Sei rimasta sorpresa dall'improvviso cambio di strategia dei bianconeri per l'attaccante serbo? 

"All’inizio si, ma credo che sia la scelta più logica. La Juve non può permettersi di non andare in Champions soprattutto per questioni economiche, prendere subito Vlahović significa aumentare le possibilità di riuscirci. E’ stata una scelta imprenditoriale lungimirante e l’input è arrivato direttamente dalla proprietà, da Elkann".

Sappiamo bene quanto ti sia sbilanciata anche nei giorni successivi a quella notizia, c'è mai stata la sensazione che l'operazione non si facesse più? 

“No, il contrario, più passavano i giorni e più crescevano le possibilità che l’affare potesse farsi. La grande incognita all’inizio era la posizione della Fiorentina: se avesse deciso di tenerlo fino a giugno, la Juve avrebbe potuto fare ben poco”. 

Oggi ci sarà l'incontro tra l'entourage del calciatore e la Juventus per mettere nero su bianco l'accordo già in essere. Di che cifre parliamo tra guadagno del calciatore e commissione a Ristic?

"Per lo stipendio del calciatore si parla di una cifra vicina ai 7mln per un contratto di 4 anni e mezzo. Per le commissioni non mi sbilancio perché ci sono ancora discussioni in corso, probabilmente sarà in doppia cifra. Tanto poi toccherà alla Juve, società quotata in borsa, indicare tutte le cifre". 

La Juve si assicura uno dei più forti attaccanti del futuro, la Fiorentina incasserà tantissimi soldi e Dusan soddisfa il sogno di giocare in un grande club. Alla fine a guadagnarci sono tutte le parti in causa?

"Direi di sì: per la Juve sarebbe stato un rischio arrivare a giugno, perché senza Champions le strategie potevano cambiare e qualche altro club più facoltoso avrebbe potuto inserirsi, idem per la Fiorentina che con l’avvicinarsi della scadenza del contratto di Vlahović (2023) avrebbe avuto meno potere contrattuale e avrebbe dovuto cederlo a cifre più basse”. 

Da qui alla fine del mercato, a tuo parere, i tifosi possono ancora sognare un grande nome? Che so, magari un grande centrocampista?

“Io credo che l’ingresso di un centrocampista adesso sia subordinato a un’uscita (Bentancur o Arthur, per esempio). Nandez è una pista ma solo se andrà via qualcuno e se sarà un’operazione low cost. Più facile in estate: occhio a De Jong e Jorginho, oltre che a Zakaria".

Si ringrazia Fabiana Della Valle per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.