ESCLUSIVA TJ - Chiara Beccari: "Annata importante, Como piazza giusta. Parole Braghin? Fiera, ma non c'è nessuna pressione. Sulla firma del contratto e il suo futuro..."

17.05.2023 16:00 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Chiara Beccari: "Annata importante, Como piazza giusta. Parole Braghin? Fiera, ma non c'è nessuna pressione. Sulla firma del contratto e il suo futuro..."
TuttoJuve.com
© foto di Fabrizio Cusa

La redazione di Tuttojuve.com ha contattato, in esclusiva, l'attaccante del Como in prestito dalla Juventus Women, Chiara Beccari, per parlare approfonditamente della sua esperienza in Lombardia e non solo:

A Como stai vivendo un'annata molto importante. Come sta andando? E che cosa ci puoi raccontare di questa esperienza?

"Si, a Como sto vivendo un’annata molto importante sotto ogni punto di vista. Ormai siamo agli sgoccioli e posso dire di essere cresciuta sotto tantissimo, sia umanamente che calcisticamente. Siamo un bel gruppo e non ci siamo mai disunite nei momenti difficili, penso di aver capito in questa stagione cosa significa il termine 'insieme'". 

C'erano anche altre squadre interessate a te la scorsa estate. Come mai la scelta è ricaduta sul Como? Che cosa ti ha convinta? 

"Sapevo che Como sarebbe stata una piazza tranquilla in cui crescere, la società ha sempre creduto nei giovani e non ha mai avuto paura di lanciarli. Penso sia stata questa la differenza con le altre squadre". 

Alla fine dei play-out manca ancora qualche partita. In che modo riuscirete a raggiungere questo obiettivo?

"Manca ancora qualche partita, ma noi per fortuna siamo già salve. Però ci stiamo allenando come se ancora non lo fossimo, perché vogliamo finire al meglio questa stagione e il nostro obiettivo è di non subire nemmeno una sconfitta". 

Quali sono le differenze che hai trovato rispetto alla Juventus?

"Al primo impatto ho notato subito le strutture differenti, l'ambiente è molto diverso rispetto a quello di Torino. Posso dire di essermi riuscita subito ad ambientare, non notando così tutte queste differenze". 

A proposito di Juve, da poco hai firmato il contratto da professionista. Quali sono state le emozioni e le sensazioni legate a quel momento?

"Quando arrivai a Torino quattro anni fa, non avrei mai pensato di firmare un contratto da professionista con la Juventus. Per me è un sogno che si avvera. Ricordo che quel giorno dissi di essere una calciatrice per davvero”. 

Il direttore Braghin, qualche settimana fa, ti ha definita il futuro dell'attacco della Juventus. Investitura decisamente importante, senti un po' di pressione a riguardo? Come ti senti di rispondere?

"Ovviamente le sue parole mi rendono molto fiera, ma non sento alcuna pressione a riguardo. Continuerò a lavorare sodo come ho fatto finora, senza mollare di un millimetro". 

Vorresti già tornare il prossimo anno in prima squadra, o ritieni giusto provare un'altra esperienza per crescere ancora di più?

"Non so ancora che cosa farò il prossimo anno, valuterò il mio futuro con la società in base a quello che sarà meglio per me. Tornare alla Juve, ovviamente, sarebbe un grande traguardo, ma non è stato deciso nulla". 

Un'ultima battuta sulla Juve: che cosa hai imparato dalle veterane Bonansea e Girelli? E c'è qualche aneddoto che vuoi raccontarci a riguardo?

"L'anno scorso mentre mi allenavo con loro, ho provato a prendere spunto e rubare ogni minimo dettaglio da queste fantastiche atlete. Loro sono le migliori d’Italia, quindi ho cercato di osservarle il più possibile. Sono state molto gentili, mi hanno dato consigli in base alla loro esperienza e questo mi ha resa felice e vogliosa di fare ancora del mio meglio". 

Si ringraziano Chiara Beccari e l'ufficio stampa del Como Women, nella persona di Angelo Frusciante, per la cortesia e la disponibilità dimostrata a realizzare questa intervista".