ESCLUSIVA TJ - Angelo Di Livio: "Ottime sensazioni su Allegri, Juve prendi un terzino sinistro e un attaccante. Locatelli? Ricorda Tacchinardi per personalità. Su Dybala e Chiellini..."

28.07.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Angelo Di Livio: "Ottime sensazioni su Allegri, Juve prendi un terzino sinistro e un attaccante. Locatelli? Ricorda Tacchinardi per personalità. Su Dybala e Chiellini..."
TuttoJuve.com

"Nella conferenza di ieri abbiamo capito quanto Allegri conosce bene casa Juventus. Come ha dichiarato ai cronisti presenti, lui è già consapevole che dovrà riportare questa squadra a lottare nuovamente per vincere esattamente come ha fatto nel suo precedente ciclo. Le sensazioni sul suo ritorno sono ottime". Pensieri e parole di Angelo Di Livio, indimenticato campione d'Europa e del mondo con la maglia bianconera nel 1996, che in esclusiva ai nostri microfoni si è soffermato sul ritorno del tecnico toscano e non solo:

L'obiettivo è dunque già chiaro, senza fare proclami od altro.

"L'obiettivo che la Juve vuole, olente o non olente, è sempre la Champions. Qui dovrà provare ad andare avanti il più possibile, oltre che cercare di vincere subito lo scudetto. La squadra è forte, sono presenti in rosa giocatori come Dybala e Kulusevski che sono mancati ed è come se fossero due nuovi acquisti appena arrivati dal mercato estivo".

Ieri è stato citato più volte il "corto muso", ti aspetti a prescindere un cambiamento di idee di gioco da parte del tecnico toscano?

"Lui è bravo a cambiare moduli in corsa, in questo modo riesce sempre a sorprendere l'avversario. E' un aspetto molto importante, una squadra deve esser in grado di giocare indistintamente a tre o a quattro a seconda delle occasioni. Anche se a contar di più è la mentalità".

Oggi potrebbe essere previsto un nuovo incontro con il Sassuolo per Locatelli, ma indipendentemente da questo è il centrocampo il reparto in cui la Juve si deve rinforzare di più?

"Locatelli sarebbe un colpo straordinario, punterei molto su di lui. Lo vedo subito pronto, anche se Pjanic resta una alternativa molto valida. A mio parere manca un terzino sinistro e non c'è un attaccante in grado di riempire l'area come Icardi o Dzeko. Per essere competitivi, oltre a Ronaldo, Dybala e Morata, la Juve ha bisogno di un profilo del genere. Kaio Jorge? Non lo conosco, non mi sento di dare un giudizio".

Tornando a Locatelli, perché sarebbe così straordinario?

"Ha una personalità da Juve, a me ricorda molto Tacchinardi come tipo di giocatore. Alessio arrivò da noi giovanissimo ed ebbe un impatto pazzesco, Locatelli è cresciuto tantissimo negli ultimi anni. E chi lo prende fa un grande affare".

Capitolo Dybala, Allegri lo ha confermato ed il suo agente dopo la quarantena incontrerà la società.

"Dybala dovrà meritare di esser messo al centro del progetto, c'è da dire che lo scorso anno è stato limitato molto dagli infortuni ma le sue qualità restano immutate. E' giusto che Allegri punti su di lui, ma come dicevo se lo dovrà guadagnare".

Ha la stessa personalità dei grandi numeri 10 del passato bianconero?

"Forse gli manca, però quando giochi acquisisci la considerazione di tutti. Io non ho dubbi su Dybala, per me se merita deve giocare. E bisogna costruirgli una squadra intorno a lui. Posizione? Non lo metterei mai esterno, lo farei girare al di sotto della punta come trequartista. Lui è molto bravo a trovarsi lo spazio e ad andare al tiro, ma vedrete che Paulo riuscirà ad essere incisivo in campo".

A chi non rinunceresti mai dei giocatori che attualmente sono in scadenza nella Juve?

"Il nome è Chiellini, per me Giorgio è un fenomeno e non rinuncerei mai a lui. Ci posso mettere anche Bonucci, questa è una coppia che gioca ancora con la sigaretta in bocca. E' straordinaria. Stravedo per Cuadrado, è vero, ma Chiellini è Chiellini e può fare ancora due anni a questi livelli".

Ciò che preoccupa di Chiellini non sono tante le prestazioni in campo, ma sono le continue ricadute.

"Per questo dovrai avere degli adeguati sostituti, penso a de Ligt e Demiral se non dovesse andar via. L'olandese è un fenomeno che deve ancora crescere, la sua fortuna è che può continuare a rubare con gli occhi le qualità di Giorgio. Demiral? I conti non li conosciamo, se dovesse arrivare una buona offerta si potrebbe reinvestire per Locatelli oppure un altro difensore. Non dimentichiamoci di Danilo, per me può fare il centrale".

Quali sono le aspettative che hai su questo campionato?

"Sarà molto interessante perché le squadre di vertice, ad eccezione di Atalanta e Milan, hanno cambiato guida tecnica. Ci sarà molto equilibrio, chi è arrivato vorrà provare a vincere come ad esempio Inzaghi con l'Inter. Staremo a vedere quel che succederà".

Si ringrazia Angelo Di Livio per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.