Biscardi: "Juve un gradino avanti a tutti, Mandzukic esubero di lusso. Su Dybala e Icardi..."

20.08.2019 12:50 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Biscardi: "Juve un gradino avanti a tutti, Mandzukic esubero di lusso. Su Dybala e Icardi..."

Maurizio Biscardi ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva di vari temi d'attualità: 

SUGLI ESUBERI JUVE: "Quando hai tutti quei giocatori in attacco paghi 100-120 mln solo per loro, un po' tanto. Nessuno si può permettere certi ingaggi".

SULLA JUVE PIU' DEBOLE E NAPOLI PIU' VICINO: "Non vedo la Juve più debole dello scorso anno. Ha sostituito, senza mandare via, i giocatori più anziani in difesa ed ha preso Rabiot e Ramsey. E' vero però che Napoli o Inter si possono avvicinare, dipende anche da come finirà la campagna acquisti. Credo che la Juve resti un gradino avanti a tutti".

SU ICARDI: "Se è vero che la bandiera dell'Inter, nel momento più delicato della stagione, ha trattato una strategia con la Juve per abbassare il costo del suo cartellino, non può restare. Se poi non è così, il discorso cambia, ce lo spiegheranno".

SULLA ROMA: "Ho qualche dubbio sul fatto che possa essere la rivelazione del campionato, manca in tante cose. In esperienza e in difesa, ad esempio. Non sono arrivati giocatori di grandissimo livello".

SULL'INTER: "Stando alle voci, salvo colpi di scena, Sanchez dovrebbe arrivare tra oggi e domani. L'obiettivo dell'Inter è fare anche un centrocampista, vedremo se sarà Vidal o chi per lui. Dovrebbe schiarirsi anche la situazione che vede in ballo Biraghi e Dalbert".

SU EMRE CAN E MANDZUKIC: "Il croato è un esubero di lusso. Si sta provando la pista tedesca ma non è facile, perché l'ingaggio è molto importante".

SU MANDZUKIC AL MILAN: "Costa tanto di ingaggio e bisogna vedere se accetta un downgrade dalla Juventus ai rossoneri, non è così immediato".

SU DYBALA: "La sua cessione servirebbe al bilancio della Juventus. A livello tecnico parliamo di un giocatore fortissimo. Lo scambio con Icardi permetterebbe di mantenere alto il livello tecnico e allo stesso tempo di portarsi a casa una bella plusvalenza".

SU PJANIC TROPPO LENTO PER SARRI: "Non è più lento di Jorginho, eppure l'italo-brasiliano ha giocato tanti anni con Sarri".