Atalanta, Sartori: "Su Kessie almeno 20 squadre importanti"

 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 3224 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Atalanta, Sartori: "Su Kessie almeno 20 squadre importanti"

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giovanni Sartori, direttore dell’area tecnica dell’Atalanta

“Tre giocatori dell’Atalanta in Nazionale? Questo la dice lunga sul campionato dell’Atalanta, è il giusto premio per l’allenatore, lo staff e la squadra. 

L’Atalanta ha una scuola e un settore giovanile che ha sfornato giocatori e uomini importanti e non è solo da un paio d’anni che svolge questo lavoro. L’Atalanta cresce l’uomo e poi il giocatore. Poi l’allenatore ha dato il la a questa svolta, ha lanciato i giovani valorizzandoli e quest’anno ha fatto giocare quattro giocatori classe ’99 e non è da tutti. Adesso, speriamo di dare continuità di lavoro e magari anche di risultati. Abbiamo lanciato questi giovani perché l’allenatore ha ritenuto opportuno farlo e non per necessità, ma per scelta tecnica. 

Kessie? Se dovesse uscire, lo sostituiremo con un giocatore altrettanto importante, non con un classe ’99. Magari lo andremo a cercare sul mercato. Ho letto di Kessie verso la Roma, ma parliamo di un giocatore importante che ha attirato l’attenzione di almeno 20 squadre importanti e non esagero e tra queste c’è anche la Roma che è molto attratta dalla voglia di poterlo prendere, però questo non vuol dire che è della Roma. Non abbiamo chiuso con nessuno, solo parlato con qualcuno, ma rimandato ogni discorso a fine stagione perché ora il ragazzo deve stare tranquillo. Kessie non piace solo a Napoli e Roma, ma anche all’estero e sento di dire che il problema delle nazionali è superato perché negli ultimi 2 anni è stato convocato nella nazionale maggiore e poi c’è quell’escamotage dei giovani che hanno un valore importante per cui ci sarebbe qualche deroga. 

Grassi è un ottimo giocatore e pensavamo potesse trovare più spazio, ma devo dire che l’esplosione di Gagliardini ha bloccato un po’ la sua crescita ed è questa la verità. La qualità di Grassi però non si discute e anche ieri lo ha dimostrato. 

Il Napoli su Conti? In questo momento non vogliamo parlare di mercato. Non ne parliamo nemmeno tra di noi perché siamo concentrati sulle ultime 9 partite che possono portarci ad un risultato straordinario e inaspettato. Vogliamo finire bene perché abbiamo disputato un campionato così bello e finire altrettanto bene sarebbe la cosa migliore, ed è per questo che adesso non pensiamo al mercato. Oltretutto, noi qualche acquisto lo abbiamo già fatto”.