Zoff: "La Juve può puntare al quarto posto"

07.12.2021 21:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Zoff: "La Juve può puntare al quarto posto"
TuttoJuve.com
© foto di Lorenzo Marucci

Dino Zoff, ex portiere di Napoli e Juventus, è intervenuto ai microfoni de "I Tirapietre", programma radiofonico condotto da Luca Cirillo, Donato Martucci e Francesco Capodanno, sulle frequenze di Radio Amore Campania. Ecco quanto evidenziato: "Gasperini dice che l'Atalanta non è mai stata prima perché vuole togliere pressioni ai suoi. Il Napoli contro gli orobici ha dimostrato grande personalità, nonostante le tante defezioni, contro una squadra robusta come quella atalantina. Juventus? Penso che possano puntare al quarto posto, la rosa è di livello e lo permette. Il Napoli adesso dev'essere robusto mentalmente, anche perché ci sarà la Coppa d'Africa e perderà calciatori importanti. C'è bisogno di tenere volontà e fiducia per fare ottime cose, il Napoli è la squadra più penalizzata tra infortuni e Coppa d'Africa, anche se dimostra carattere e personalità. La squadra c'è. La sconfitta contro l'Atalanta è pesante nel punteggio, ma il Napoli ha fatto un'ottima figura l'altra sera. Le traiettorie di Mertens? Ho sempre pensato che i numeri rappresentano la realtà e la forza, ha qualità e grandi capacità. Parliamo di un big che sta dando il suo contributo e lo darà ancora. Fisicamente è a posto, al di là dei portieri, i suoi gol sono solo merito suo. Allenatori slavi? Sono sportivi particolarmente dotati, anche nel basket ed in altre discipline. Verona? Era partito male, ma sta facendo molto bene. Quando giocavo non volevo nessuno dietro di me, se non in azioni saltuarie quando veniva qualcuno in contropiede. Non volevo mai nessuno perché ti salvano un gol e poi ne prendi quattro. Ora c'è la moda di non mettere nessun uomo sul palo quando c'è corner, poi diventa un disastro. Difesa a zona? Per me dipende sempre dagli uomini, non chiedevo mai ad attaccanti o centrocampisti di marcare, sono abituati diversamente. Nazionale? Abbiamo fatto un grande Europeo, abbiamo vinto. Adesso abbiamo l'occasione di qualificarci al Mondiale, sono fiducioso. Siamo sempre la Nazionale Campione d'Europa, il pronostico è dalla nostra parte, almeno quello. Però è da giocare sicuramente. Immobile decisivo con la Lazio e non in Nazionale? Non sono d'accordo, ha vinto pure lui l'Europeo, altrimenti sembra che era in prestito. Qualche volta anche il modulo l'ha affossato, Ciro per me è sottovalutato mediaticamente; i numeri sono numeri e sono tutti dalla sua parte. Ricordo di Maradona a Spagna 1982? Diego era all'inizio, Diego è il calcio, artista assoluto. Importante come uomo e come arte del calcio. I napoletani hanno goduto delle sue giocate per sette anni, guardare il calcio adesso è molto dura. Scudetto? Inter è la più attrezzata, poi c'è il Milan, l'Atalanta e il Napoli. Spero che passi questo momento negativo per gli azzurri".