Ventura: "Siamo più forti dell'anno scorso, una delle due partite con la Juve possiamo vincerla. O'Neill? Peccato non si sia imposto in bianconero"

05.09.2013 12:15 di Giuseppe Giannone  articolo letto 9118 volte
© foto di Federico De Luca
Ventura: "Siamo più forti dell'anno scorso, una delle due partite con la Juve possiamo vincerla. O'Neill? Peccato non si sia imposto in bianconero"

Giampiero Ventura, tecnico del Torino, parla, intervistato dal "Corriere dello Sport", delle ambizioni della squadra granata, che, a suo dire, può giocarsi quasi alla pari i due derby stagionali contro i campioni d'Italia della Juventus, in virtù di una maggiore forza di squadra rispetto allo scorso anno: "Penso sinceramente che siamo più forti, possiamo arrivare più in alto dell'anno scorso, anche se dovrà essere il campo a dimostrarlo. Credo che anche una delle due partite contro la Juventus quest'anno possiamo portarla a casa. Lo dico con umiltà, convinto che se ci compattiamo con il pubblico possiamo farcela". Ventura, poi, dedica un pensiero a un giocatore che ha vestito la maglia della Juve dal 2000 al 2002, senza lasciare grandissimi ricordi in bianconero, ovvero l'uruguaiano Fabian O'Neill, acquistato dalla Juve dal Cagliari, allenato, ai tempi, proprio dal tecnico granata: ""In tanti anni di carriera Fabian è stato il calciatore più forte che ho allenato. Passò alla Juve, ma non riuscì ad esprimere il suo valore. Peccato, aveva tutto: forza, qualità ed intelligenza. Per me era anche più forte di Veron".