TJ - Pro Vercelli, Grieco: "Bisogna fare i complimenti alla Juventus, ha meritato. Loro cresciuti notevolmente rispetto all'andata"

23.03.2019 20:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Fonte: dal nostro inviato Edoardo Siddi
TJ - Pro Vercelli, Grieco: "Bisogna fare i complimenti alla Juventus, ha meritato. Loro cresciuti notevolmente rispetto all'andata"

L'allenatore della Pro Vercelli, Vito Grieco, ha commentato la sconfitta rimediata oggi con la Juventus Under 23 ai microfoni di Tuttojuve.com:

Alla vigilia aveva detto che avremmo affrontato una squadra completamente diversa rispetto al girone di andata, maturata, che aveva già dimostrato qualità nel palleggio, ed è stato così.
"Sì, dispiace perchè sapevo che la Juve era cresciuta tantissimo e oltre alle sue qualità  tecniche ha messo dentro cattiveria agonistica, cacciare la seconda quando c'era da cacciare, hanno meritato di vincere, quindi nulla da dire. Quando si perde 3-0  e si fa una prestazione del genere, c'è da fare i complimenti all'avversario, mea culpa nostra. Se ci vogliamo prendere mezzo alibi che non ci serve, è la terza partita in una settimana e si paga. Oggi si è visto perchè noi siamo bravi nelle ripartenze, a stare uomo con uomo e oggi la gamba era diversa. Siamo mancati anche in quello. Loro hanno vinto, giusto così. E' un episodio, perchè nelle altre sconfitte che abbiamo fatto nel girone di ritorno, io ho sempre fatto i complimenti ai ragazzi. Oggi non siamo stati in gara, dopo aver subito il primo gol, non è da noi prendere il secondo già nel primo tempo. E poco prima loro avevano avuto un'altra occasione. C'è da resettare, pazienza, è una sconfitta che brucia. Faremo tesoro di questa sconfitta e si riparte già sabato col Gozzano".

E' concepibile da uomo di calcio vivere un'annata così?
"Vivere un'annata così, no, ma non mi piace dirlo quando perdo 3-0, altrimenti mi credo e do alibi ai ragazzi. L'ho detto in tempi non sospetti che è un campionato anomalo. Oggi la partita ha detto che la Juventus ha meritato di vincere. Quando si fanno tre partite in una settimana e giochi contro una squadra che l'ha preparata per 7 giorni, paghi dazio, poi con una squadra molto tecnica. In sei mesi la Juventus è cresciuta notevolmente. Questi sono i meriti loro, ma i demeriti nostri sono tanti. Con tutto il rispetto della Juve, la mia squadra non va al contrasto molle, oggi perso maggiormente su quell'aspetto. La responsabilità è mia, avrei dovuto cambiare più di qualche elemento. I ragazzi non hanno nessuna colpa. Avrei dovuto capire che andavano fatti 4-5 cambi. Sono stati bravi loro, a centrocampo tra Muratore e Touré ce l'hanno fatta pagare. Troppo belli loro e troppo brutti noi. Rispetto a noi sono molto più tecnici. Ora non si dorme 2-3 notti, ma si riparte".