Sollazzo: "In questo momento la vittima è Sarri, ma la testa sul ceppo se l'è messa da solo"

11.08.2020 21:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
Sollazzo: "In questo momento la vittima è Sarri, ma la testa sul ceppo se l'è messa da solo"

Il giornalista e critico cinematografico, Boris Sollazzo, tifoso del Napoli, ha parlato dell'addio di Sarri alla Juventus a Tutti convocati, su Radio 24: "Sarri alla Juventus, ne valeva la pena? No, anche se ha vinto uno scudetto. Forse noi napoletani lo abbiamo sopravvalutato, ma non è certo il brocco che stanno dipingendo adesso. In questo momento la vittima è Sarri, certo la testa sul ceppo se l'è messa da solo. Non puoi urlare a CR7 'due tocchi, due tocchi' e poi non avere il coraggio di tenerlo fuori 3 partite. Se vuoi fare la rivoluzione devi farla fino in fondo. Come Sacchi che arrivò allo scontro con VanBasten per difendere le sue idee di calcio.  Il rimpianto del Napoli sta tutto nei 100 secondi iniziali. Gli Azzurri avrebbero potuto giocarsela alla pari, anche se con quel Messi probabilmente il Barcellona avrebbe vinto lo stesso. Bravo Gattuso a giocarsela a viso aperto"