Morace a RBN: "Pirlo? Mi sarei aspettata più un Cannavaro, che ha già esperienza. Calcio femminile? Con l'ingresso di grandi club come la Juventus si sono visti dei progressi"

24.10.2020 22:15 di Andrea Bargione Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Morace a RBN: "Pirlo? Mi sarei aspettata più un Cannavaro, che ha già esperienza. Calcio femminile? Con l'ingresso di grandi club come la Juventus si sono visti dei progressi"

L'ex calciatrice e allenatrice, Carolina Morace ha parlato ai microfoni di Radio Bianconera durante la trasmissione ‘Up&Down’: “Perché ho scelto di rivelare la mia vita privata? Probabilmente per cui anche il papa si sta aprendo alle unioni civili. È il momento giusto, ho raccontato una storia d’amore e non vedo perché tenerla nascosta. Ci sono persone ancorate a determinate posizioni, ma avendo vissuto che in altri Paesi diversi dall’Italia penso che sia giusto che venga ammesso il matrimonio tra persone omosessuali con la stessa dignità delle unioni eterno”.

Sul calcio femminile: “Lasciamo perdere i pregiudizi, oggi ci sono i papà che portano le figlie agli allenamenti. In America ad esempio il calcio è considerato uno sport per le donne. Bisognerebbe preoccuparsi della felicità di bambini e bambine, di che mondo stiamo lasciando ai ragazzi. Bisogna aiutare le società a fare calcio femminile, soprattutto quelle che non hanno alle spalle la società professionistica maschile. Sicuramente con l'ingresso nel calcio femminile di grandi club come Juventus, Milan, Inter, si sono visti dei progressi, ma bisogna investire di più per chi non ha risorse alle spalle".

Sul campionato di Serie A maschile“È un campionato più aperto, dove le squadre che giocano bene avranno il loro peso. I tecnici italiani sono i più bravi, a me ad esempio piace molto De Zerbi così come Juric, senza contare Conte ma anche Pioli. Oggi gli allenatori fanno cose particolari, se la Juventus lascia il passo alle altre, le altre se le approfittano. Pirlo? Mi sarei aspettata più un Cannavaro, che ha già esperienza e ha vinto all’estero dove è sempre più difficile con la barriera della lingua”.

Sul Milan“Sta giocando bene, non mi stupisce. Ha cambiato tutto dopo il Covid e non si è più fermato. Se dai fiducia ai giocatori, loro rendono molto di più. La rosa rossonera è limitata, ma Pioli ha delle grandi capacità”


"Up & Down" con Luca Cavallero. Ospiti : Bortolo Mutti (allenatore), Carolina Morace (allenatrice), Valerio Pavesi (7gold).