Marelli: "Rigori di ieri evidenti, bravo Giacomelli. Volete l'involontarietà? Poi non lamentiamoci..."

12.07.2020 18:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Marelli: "Rigori di ieri evidenti, bravo Giacomelli. Volete l'involontarietà? Poi non lamentiamoci..."

 L'ex arbitro Luca Marelli è stato intervistato da Radio Sportiva. Ecco le sue parole

Su Juve-Atalanta: “Ieri i calci di rigore erano evidenti, Giacomelli è stato bravo. Il primo episodio è identico a quello occorso a Radu la scorsa settimana, non c’è niente di cui discutere. Si è evoluta la tecnologia ma fino a poco tempo fa questi falli erano oggetto di ore di discussione i giorni successivi alla gara. I falli di mano in generale sono la fattispecie più difficile da valutare, può capitare sempre la circostanza particolare. Il famoso concetto di braccio fuori sagoma risale agli anni ’90 e poi si è evoluto. Gli episodi possono essere rivisti live con il Var e quindi vengono assegnati i rigori. Ora bisogna decidere cosa fare: si vuole tornare all’involontarietà? Allora poi non lamentiamoci, ci sarà la scusa per tutti. Ovvio che non si può giocare con le mani, ma l’idea del braccio fuori sagoma è finora la più oggettiva per interpretare l'episodio".

Sugli altri campionati: "All’estero si gioca un calcio fisico, si fischia poco e il Var è meno utilizzato. Alla Premier è stato anche fortemente stigmatizzato l'uso esiguo, negli altri campionati gli episodi sono gli stessi ma la tecnologia viene usata meno. Bisogna dare agli arbitri la linea da seguire. Qualche errore poi ci sarà sempre: le grandi discussioni nascono ad esempio da Roma-Parma, con un rigore netto non assegnato. È un errore grave, è un rigore che non si può non assegnare e Fabbri dovrebbe essere fermato per un po'. I falli di mano col Var verranno visti molto di più che in passato".

Sui falli in attacco: “La vera novità è questa, io sono contrario. Annullare la rete di Elmas in Genoa-Napoli è un’assurdità, come a Simeone e a molti altri. Il principio è giusto non accettando falli di mano, però non si può annullare gol come quelli con tocchi totalmente involontari come quello di Maksimovic a Marassi. In area di rigore in difesa invece, lo ripeto, bisognerà tirare una riga".