Giornata internazionale per la disabilità, PESSOTTO: “È un giorno molto importante, speciale per tutti e per la Juventus che ha voluto fare a tutti i costi questa partita”

03.12.2023 09:10 di Camillo Demichelis Twitter:    vedi letture
Giornata internazionale per la disabilità, PESSOTTO: “È un giorno molto importante, speciale per tutti e per la Juventus che ha voluto fare a tutti i costi questa partita”
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Gianluca Pessotto ha parlato a margine dell'evento dedicato alla giornata internazionale per la disabilità. Ecco le sue parole riprese da TuttoJuve.com: 

Ci spiega cosa significa la Juventus vista dall’interno, questo concetto di famiglia?
“È una giornata molto importante, speciale per tutti e per la Juventus che ha voluto fare a tutti i costi questo allenamento con protagoniste quattro squadre: Juventus for Special, Juventus Next Gen e le Under 19 maschili e femminili. In occasione della giornata internazionale per la disabilità credo fosse importante dare un segnale di inclusione totale ed è stato bello vedere come questi ragazzi si siano espressi sul campo attraverso la loro grande passione. La forza e la bellezza dello sport, in questo caso del calcio, dà la possibilità a tutti i ragazzi di potersi esprimere in quello che è un sentimento che nasce da bambini. Oggi abbiamo avuto la possibilità di divertirci, di sentirci tutti calciatori perché sono per primi i ragazzi di Juventus for Special a volersi sentire calciatori. E oggi ci siamo sentiti tutti parte della stessa famiglia”.

Quanto è stato emozionante veder giocare i ragazzi con calciatori che seguono?
“È sicuramente emozionante ogni volta che si scende in campo con la maglia della Juventus, a tutti i livelli. Quella della Juventus è una maglia importante, che dà prestigio e possibilità di vivere grandi emozioni. Oggi le emozioni ce le hanno regalate questi ragazzi, ci hanno fatto divertire e hanno dimostrato di saper giocare a calcio. Nessuno gli regala nulla e questo è un messaggio molto importante che li fa sentire ancora più parte integrante della società”.

Quanto si sta consolidando il filo diretto fra settore giovanile e prima squadra?
“Il fatto di avere oggi in prima squadra giocatori passati attraverso il percorso del settore giovanile è motivo di grande soddisfazione e grande orgoglio per tutti. È il risultato di un lavoro che va avanti da anni e a cui la società tiene tantissimo, l’obiettivo è quello di continuare a lavorare seriamente per dare ancora più valore al lavoro fatto da tante persone nel settore giovanile”.