De Marchi a TMW Radio: "Sarri ieri ha detto parole pesanti. Sullo scambio Zaniolo-Bernardeschi..."

27.02.2020 20:10 di Simone Dinoi Twitter:    Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
De Marchi a TMW Radio: "Sarri ieri ha detto parole pesanti. Sullo scambio Zaniolo-Bernardeschi..."

Marco De Marchi è intervenuto durante Stadio Aperto su TMW Radio.

Che succede a questa Juve?

“C’è qualcosa che non va. Non farei però troppo allarmismo. Stiamo parlando di una squadra in corsa su tre fronti. Quando alleni una squadra del genere non ti si perdona nulla. Si chiede solo di vincere e stravincere, ancora non si è vista la mano di Sarri”.

Sarri ha detto di non riuscire a imporre il proprio palleggio, perché?

“Non mi è piaciuta molto la sua dichiarazione. Un allenatore deve saper gestire le sue parole. È stato troppo chiaro. Non è riuscito a trasmettere ancora le sue idee. Dicendolo in questo modo rischia di scuotere l’ambiente, sono parole pesanti. Doveva dire che non ci è riuscito anche per colpa sua. La genuinità di una persona serie e competente deve essere controllata”.

La Juve non ha fatto un tiro in porta, perché?

“Non ho visto la partita però mi sono documentato. Ci si aspettava molto di più contro un avversario del genere. Speriamo che al ritorno possa ribaltare la situazione per ritrovare serenità”.

Sarri verrà confermato anche l’anno prossimo?

“Sarri mi è sempre piaciuto per il suo gioco e la sua mentalità propositiva. Sta tenendo per ora i ritmi troppo blandi e per questo diventa una squadra prevedibile. Bisognerebbe tornare ad avere più intensità, come l’Atalanta e il Bologna”.

Faresti un’operazione Zaniolo-Bernardeschi più soldi?

“Se fossi il procuratore di Zaniolo senza dubbio ma anche se fossi il procuratore di Bernardeschi. Bernardeschi non si sta trovando bene non perché non sia all’altezza, c’è una scintilla che non è scoppiata. Ha bisogno di riscattarsi. Zaniolo è un giovane importantissimo e un potenziale campione. Anche Bernardeschi ha dimostrato di avere colpi importanti ma ha bisogno di rilanciarsi”.