Cruciani a #RadioVS: "L’anti-juventinismo di professione è ridicolo. Il piagnisteo napoletano è ormai normalità. Gravissimi gli sfregi milanisti negli spogliatoi dello Stadium"

17.03.2017 07:30 di Forum Vecchiasignora.com   vedi letture
Cruciani a #RadioVS: "L’anti-juventinismo di professione è ridicolo. Il piagnisteo napoletano è ormai normalità. Gravissimi gli sfregi milanisti negli spogliatoi dello Stadium"
TuttoJuve.com

Trentatreesima puntata di #RadioVS, la radio ufficiale di VecchiaSignora.com. Tra i superospiti di questa puntata Giuseppe Cruciani, il popolare conduttore de “La Zanzara”.

Tantissimi gli argomenti toccati da Cruciani, il cui intervento è iniziato dall’analisi delle recenti polemiche dell’ambiente napoletano nei confronti della Juve: “Il piagnisteo napoletano è ormai la normalità. Prendiamo il dopo Juve-Milan: in campo non è successo niente che potesse dare adito alle reazioni gravissime, inaudite, avvenute negli spogliatoi, eppure dopo questi sfregi bisogna sentire ancora Sarri fare battute. Sembra quasi che l’esistenza stessa della Juventus dia fastidio! E’ assurdo”.

Cruciani spiega questi atteggiamenti con il fenomeno dell’anti-juventinismo: “L’anti-juventinismo militante si basa su mille contraddizioni. Ha attraversato il culmine nel momento di Calciopoli, quando non c’erano nemmeno prove reali a sostegno di quelle accuse. Si è poi attenuato negli anni in cui la Juve arrivava settima. Nel momento in cui la Juventus è tornata forte è risorto l’anti-juventinismo d’accatto, quello di professione, il più becero. Questa altalena dimostra che per placare questa sindrome la Juve dovrebbe tornare sesta o settima. Vi sembra normale tutto ciò? E poi non si guardano nemmeno i dati: la Juve è agli ultimi posti della classifica dei rigori assegnati o dei vantaggi ottenuti! Ma di cosa stiamo parlando?”

Non sono mancate punzecchiature ad alcuni giornalisti che gli juventini non sentono particolarmente “vicini”: “Forse Pistocchi ha una sua deformazione professionale che lo porta a pensare che la Juve possa decidere o determinare chissà quali destini delle persone!…”

Molti i temi su cui è proseguito il travolgente intervento di Cruciani, dai “complotti” orchestrati sui media alle reazioni di Donnarumma, dalla Champions alle sue Juventus preferite di questi ultimi anni, fino al ricordo dello scudetto della sua Lazio vinto contro la Juve, fermata nel pantano di Perugia.

Per ascoltare l'intero intervento di Giuseppe Cruciani dal minuto 28 clicca su questo link: http://bit.ly/2mAURyl