Corriere di Torino - Le plusvalenze bianconere e Muratore, un caso di scuola

06.12.2022 09:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Corriere di Torino - Le plusvalenze bianconere e Muratore, un caso di scuola
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

"Le plusvalenze bianconere e Muratore, un caso di scuola", titola oggi il Corriere di Torino. Aveva giocato 164 minuti, l’Atalanta pagò 7 milioni, ma non andò meglio a Bergamo, anzi: «A seguito del trasferimento, l’Atalanta, pur avendo speso una somma non contenuta per il suo acquisto, anziché impiegarlo, l’ha immediatamente girato in prestito alla Reggiana, in serie B». In particolare, sempre riferendosi a Muratore, il procuratore Fabio Algeri raccontava in una telefonata intercettata che la Juve, nonostante la cessione del diritto il 29 giugno 2020, sarebbe comunque «socia» dell’Atalanta. E questo in virtù «della futura vendita e quant’altro». L’operazione di compravendita del diritto del giocatore tra le due società del resto – argomentano il procuratore aggiunto Marco Gianoglio e i pm Mario Bendoni e Ciro Santoriello – sarebbe riconducibile al diretto operato di Fabio Paratici, sul quale Giovanni Manna, sbotta, sempre al telefono: «Noi abbiamo dovuto sistemà tutte le merde che ha lasciato lui (...) l’Atalanta fino all’ultimo ti ha tenuto sotto scacco su Muratore». Ora il cuneese gioca con il Tondela, ma conta soltanto un paio di presenze.