Colantuono a TMW Radio: "Juve potrebbe pagare a livello mentale. Se l'Atalanta vince allo Stadium..."

09.07.2020 16:00 di Simone Dinoi Twitter:    Vedi letture
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Colantuono a TMW Radio: "Juve potrebbe pagare a livello mentale. Se l'Atalanta vince allo Stadium..."

Il tecnico Stefano Colantuono ha parlato della Serie A nel corso di Maracanà, trasmissione di TMW Radio. Ecco le sue parole:

Che può succedere in Atalanta-Juventus?
"Sarà una partita molto bella, perché l'Atalanta sta facendo quello che eravamo abituati a vedere prima del lockdown. La Juve ha avuto un incidente di percorso a Milano, ma sembra in salute. Sarà una gara scoppiettante. Se l'Atalanta dovesse vincere, potrebbe credere nello Scudetto. la distanza c'è, però... Quando hai un margine così, difficile che la Juve commetta tanti passi falsi. Credo che lo vincerà la Juve il campionato, ma se dovesse vincere l'Atalanta potrebbe subentrare un pò di timore".

Cosa è successo alla Juve durante la sfida al Milan?
"E' un qualcosa di difficilmente spiegabile. Non è che ha sbagliato la gara, ma è successo tutto in pochi minuti. Ci sono stati errori non da Juve. Il Milan comunque non aveva nulla da perdere ed era in salute. Potrebbe pagarla un pò a livello mentale la Juve".

Chi ha più da recriminare tra Lazio e Inter?
"La Lazio, che aveva una partita nettamente alla propria portata. Avesse vinto, avrebbe accorciato a 4 punti, che rimangono comunque un buon margine per la Juve. Se il campionato non si fosse interrotto, la Lazio era candidata alla vittoria finale, perché aveva meno impegni delle altre, a partire dalla Juventus. Purtroppo poi è arrivato il lockdown, una rosa non all'altezza e qualche infortunio di troppo".

Gattuso ha detto che non si possono avere tutti quei punti in meno rispetto all'Atalanta:
"Probabilmente avrebbe fatto meglio se fosse subentrato prima, ha plasmato bene la squadra a sua immagine. Ha giocatori che hanno bisogno di attaccare la profondità. Magari qualche punto in più sarebbe arrivato ma si sta riavvicinando alle prime in classifica. Sarà difficile però ormai arrivare tra le prime quattro".