Calhanoglu: "Vittoria sulla Juve? Sensazione incredibile"

11.07.2020 19:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Calhanoglu: "Vittoria sulla Juve? Sensazione incredibile"

Il centrocampista del Milan Hakan Calhanoglu è intervenuto ai microfoni di Goal.com. Le sue parole: 

Intervenuto ai microfoni di Goal.com, il centrocampista del Milan Hakan Calhanoglu ha parlato anche di Gattuso. Di seguito alcuni stralci.

Sulla vittoria con la Juventus: "È una sensazione incredibile, siamo così felici e ora l'atmosfera è incredibile. Tutti speriamo possa continuare. Anche in Coppa Italia abbiamo giocato bene contro la Juventus, ma è stato difficile con un giocatore in meno. Con 10, devi correre di più e difendere di più. Quella gara era nella nostra mente durante la partita di campionato".

Sulle vittorie contro le big: "In passato ci siamo persi questa caratteristica contro le big. Ora abbiamo battuto la Roma, la Lazio e ora la Juventus. Se giochiamo come una squadra, possiamo essere davvero un buon team. Ora siamo molto fiduciosi perché abbiamo battuto tre grandi club e non è facile batterli. Sappiamo che meritavamo di essere lassù, stanno cominciando a capire che è dura sfidarci. Sono davvero felice per il nostro allenatore che ci motiva ogni giorno. È sempre positivo".

Sul suo momento di forma: "Il primo anno non ho giocato come volevo. Il secondo anno giocavo meglio giorno dopo giorno e quando è arrivato Gattuso mi ha dato molta energia, spingendomi molto. A volte mi ha lasciato giocare nel mio ruolo, ma tatticamente non era come Pioli, è più difensivista. Con Pioli giochiamo in modo aggressivo e sempre in maniera offensiva. Sì, è il mio anno migliore".

Sul suo futuro: "Il Milan è grande e rimane tale, un club incredibile. Lo sanno tutti. È diverso dal Leverkusen che è un piccolo club, ma gioca sempre in Champions League. Sono venuto a Milano con tutto il cuore e voglio giocare in Champions con i rossoneri. È lì che deve essere il club. Penso sia il momento in cui devo decidere bene perché la prossima stagione è l'ultima. Ora ho 7 partite davanti a me. Ho iniziato bene dopo il coronavirus e voglio continuare così, poi vedremo cosa succederà in futuro. Devo decidere con il mio agente. Amo il Milan ed è fantastico per me indossare il numero 10 perché so i grandi giocatori che l'hanno avuto".

Sulla vittoria con la Juventus: "È una sensazione incredibile, siamo così felici e ora l'atmosfera è incredibile. Tutti speriamo possa continuare. Anche in Coppa Italia abbiamo giocato bene contro la Juventus, ma è stato difficile con un giocatore in meno. Con 10, devi correre di più e difendere di più. Quella gara era nella nostra mente durante la partita di campionato".

Sulle vittorie contro le big: "In passato ci siamo persi questa caratteristica contro le big. Ora abbiamo battuto la Roma, la Lazio e ora la Juventus. Se giochiamo come una squadra, possiamo essere davvero un buon team. Ora siamo molto fiduciosi perché abbiamo battuto tre grandi club e non è facile batterli. Sappiamo che meritavamo di essere lassù, stanno cominciando a capire che è dura sfidarci. Sono davvero felice per il nostro allenatore che ci motiva ogni giorno. È sempre positivo".

Sul suo momento di forma: "Il primo anno non ho giocato come volevo. Il secondo anno giocavo meglio giorno dopo giorno e quando è arrivato Gattuso mi ha dato molta energia, spingendomi molto. A volte mi ha lasciato giocare nel mio ruolo, ma tatticamente non era come Pioli, è più difensivista. Con Pioli giochiamo in modo aggressivo e sempre in maniera offensiva. Sì, è il mio anno migliore".

Sul suo futuro: "Il Milan è grande e rimane tale, un club incredibile. Lo sanno tutti. È diverso dal Leverkusen che è un piccolo club, ma gioca sempre in Champions League. Sono venuto a Milano con tutto il cuore e voglio giocare in Champions con i rossoneri. È lì che deve essere il club. Penso sia il momento in cui devo decidere bene perché la prossima stagione è l'ultima. Ora ho 7 partite davanti a me. Ho iniziato bene dopo il coronavirus e voglio continuare così, poi vedremo cosa succederà in futuro. Devo decidere con il mio agente. Amo il Milan ed è fantastico per me indossare il numero 10 perché so i grandi giocatori che l'hanno avuto".