Bruno Longhi: "Impossibile far giocare insieme Higuain e Dybala"

10.10.2019 22:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Bruno Longhi: "Impossibile far giocare insieme Higuain e Dybala"

Bruno Longhi è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SULL'ANNULLAMENTO DI ITALIA-ALL BLACKS DI RUGBY: "Quando si annulla una partita di livello mondiale, tutti gli appassionati ci rimangono male".

SULLA JUVENTUS: "Higuain e Dybala non sono stati messi in discussione, ma la Juventus ha una rosa talmente ampia che è impossibile farli giocare contemporaneamente tutti: gli equilibri vanno rispettati. ".

SU POGBA: "A sensazione penso che la Juventus ha già un numero talmente alto di giocatori che non andrà a impelagarsi in una trattativa così, che comporterebbe un grande esborso economico".

SU LAZZARI: "E' un folletto, supera l'uomo in velocità con una facilità estrema. C'è stata però un'involuzione del giocatore".

SUL MILAN: "Per i tifosi non è esaltante dire una cosa come quella che ha detto Gazidis, ma per bloccare la contestazione ha voluto far capire che la situazione non è facilissima. L'ha voluto puntualizzare perché i tifosi abbiano quella pazienza che non hanno mai avuto. Pioli si è autodefinito un 'insegnante di calcio' e prende spunto dalla filosofia di Trapattoni. Sono sicuro che otterrà una striscia di risultati importanti, perché conosce il mestiere e punta su quei giocatori di talento, che messi nelle condizioni di essere più liberi mentalmente e di acquisire un pizzico di aggressività in più, possono dare una mano importante".

SU ZAPATA E LUKAKU: "Il colombiano sta dimostrando a suon di prestazioni, gol ed elettricità di essere in condizioni migliori del belga. Ma ho visto un miglioramento di Lukaku contro la Juventus rispetto alle altre gare, in cui l'avevo trovato abbastanza goffo e impacciato".

SUL NUOVO STADIO DI MILANO: "Sono fedele alla storia di San Siro e non riesco a capire perché il presidente del Milan continua a dire che non si possa ristrutturare. Vedo dietro un forte interesse soprattutto economico da parte delle proprietà dei due club di Milano".

SULLA MAGLIA VERDE DELL'ITALIA: "La grafica rinascimentale, che dovrebbe significare il rilancio attraverso i giovani del nostro calcio, stride perché verrà usata solo fino agli Europei e dietro a tutto questo c'è un'operazione di marketing. E' impietoso dirlo, ma tra tutte le maglie che produce lo sponsor tecnico, la meno venduta è quella dell'Italia".