BONUCCI A SKY: "Con Pirlo nuove idee. Noi abbiamo accettato qualsiasi cambiamento deciso dalla società"

21.09.2020 00:03 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
BONUCCI A SKY: "Con Pirlo nuove idee. Noi abbiamo accettato qualsiasi cambiamento deciso dalla società"

Leonardo Bonucci ha parlato ai microfoni di Sky: "Stasera abbiamo visto delle nuove idee volute dal mister e dallo staff. Tanto entusiasmo tanto nella fase di possesso quanto in quello non possesso. Penso sia la grande differenza nella voglia di aggredire le partite e portare a casa il risultato".

Il rapporto di chi ha già giocato con Pirlo?
"Siamo abbastanza grandi e maturi per comportarci da veri professionisti. Oggi Andrea Pirlo è il nostro allenatore. Abbiamo massimo rispetto nei suoi confronti, massima disponibilità e voglia di aiutarlo. Abbiamo la fortuna di lavorare in una squadra composta da grandi uomini che sanno stare in uno spogliatoio di grandi campioni".

Atteggiamento diverso rispetto all'anno scorso?
"Sono anche movimenti diversi. Con Sarri ci muovevamo molto più di reparto, oggi è più uomo contro uomo. La pressione ci permette di essere più aggressivi e recuperiamo molti più palloni".

Più protezione in difesa?
"Io penso che abbiamo quattro centrocampisti centrali con delle caratteristiche giuste per giocare in questo modulo. Hanno tutti gamba per essere aggressivi e poi sono ottimi palleggiatori".

C'è un cambiamento portato da Pirlo ma più ponderato?
"Noi abbiamo accettato qualsiasi cambiamento deciso dalla società. Ora abbiamo un allenatore nuovo che è Pirlo che ha cambiato il modo di intendere il calcio che abbiamo avuto nell'ultimo anno. Per dire che questo sia giusto bisogna continuare su questa strada. Abbiamo interpretato le partite nel voler essere aggressivi e non voler prendere gol con una mentalità ben precisa. E lo abbiamo fatto anche l'anno scorso".

Pirlo è più simile ad Allegri o Sarri?
"Molto di più ad Allegri. Poi ognuno ha il proprio carattere. Il mister trasmette molta serenità e tranquillità. Quello che è stato da giocatori. Potevi dargli il pallone in mezzo a cinque giocatori e sapevi che non lo perdeva. Ora da allenatore sa dare le giuste indicazioni per far rendere la squadra al meglio".