SOTTOBOSCO - Un 3-0 confortante. Per qualcuno questi giocatori non erano "allenabili". La Juventus forse ha trovato un grande giocatore. ADL tira la corda, Paratici potrebbe virare su un altro obiettivo. I gol della "quarta punta" norvegese...

21.09.2020 11:50 di Andrea Bosco   Vedi letture
SOTTOBOSCO - Un 3-0 confortante. Per qualcuno questi giocatori non erano "allenabili". La Juventus forse ha trovato un grande giocatore. ADL tira la corda, Paratici potrebbe virare su un altro obiettivo. I gol della "quarta punta" norvegese...

Buonissima la prima. E non era facile. Non lo era per la Juve società, messa sulla graticola per i conti in rosso e per un mercato meno scintillante rispetto a quello di altre pretendenti al titolo. Non lo era per i giocatori, alcuni accolti con visibile scetticismo. Non lo era per Andrea Pirlo, rosolato per essere diventato allenatore “troppo rapidamente“ a Coverciano. Per essere diventato allenatore della Juventus. Per aver “usurpato” il posto a Maurizio Sarri che gode (a mio parere) di esagerata considerazione da parte dei media. 

Il 3-0 con il quale la Juventus ha liquidato la Sampdoria è confortante per chi ha cuore le sorti di Madama. Terminale di un paradosso: i gol potevano essere di più , ma la gara ha visto anche momenti di sofferenza per la Juve. Opposta ad una Sampdoria oggettivamente di una qualità inferiore rispetto ai campioni d'Italia .

Nel dettaglio. La migliore notizia della serata è stata la partita di Ramsey. Se il gallese è questo, vale a dire ai livelli Arsenal, la Juventus ha trovato con un anno di ritardo il gran giocatore che si attendeva di vedere a Torino. Ronaldo ha sfatato la macumba che lo vedeva a secco alla prima di campionato con l'ennesima rete. Ha preso un palo. Per pura sfortuna ha fallito un appoggio volante a rete. Per la bravura di Audero si è visto negare il gol in apertura.

Non male per un “anziano“ che sistematicamente quelli che ne “sanno“ vedono prossimo a Villa Arzilla. Ha fatto un gol da biliardista Kuluseveski, aprendo le danze. E cosa confortante con lo svedese la Juventus ha trovato finalmente un esterno che sa crossare con precisione: 5 nella gara con il doriani. Ha stupito Mac il texano cresciuto in Germania, che non è un fenomeno ma un giocatore che potrebbe  fare le fortune della Signora, vicinissimo al gol (miracolo di Audero) che avrebbe meritato. Ha stupito per 70 minuti Frabrotta, classe 99' preferito a De Sciglio (buon impatto, l'ex Milan e gol sfiorato)  sulla fascia sinistra: scelta di Pirlo che conferma la prossima cessione (in prestito al Genoa?) di Pellegrini, addirittura non convocato. Ma ha stupito anche Danilo terzo di difesa con una  gara attenta e sostanziosa. Non stupisce più ormai Bonucci, regista difensivo e goleador di giornata. Tra l'altro è confermato: con Chiellini leggermente più avanzato   sia pure con qualche ruggine, al pari di Rabiot e di Demiral ) Bonucci gioca meglio. Meno appariscente, ( ma sempre utilissimo ) del solito Cuadrado.

Come gioca la Juve di Pirlo? Pressando il giusto senza arrischiare. E andando sulle fasce o in verticale rapidamente. Ci sono stati momenti di amministrazione con la palla fatta viaggiare all'indietro. Qualche imperfezione che ha dato fiato alla Samp. Ma in generale la Juve ha giocato bene, tenendo palla ( 66 % di possesso)  creando molte occasioni. A me pare soprattutto che questa squadra grazie al carisma di Pirlo, alla confidenza (tecnico tattica) che molti giocatori hanno con Pirlo, sia serena e si diverta. Non abbia l'ossessione dello schema. Non abbia più  il peso di un gioco che non  assecondava le inclinazioni e la fantasia dei singoli .

Considerato che la squadra vista contro la Sampdoria era priva di De Ligt, Dybala, Alex Sandro, Bernardeschi, oltre che del centravanti che verrà (Dzeko, ma se De Laurentiis continuerà a tirare la corda Milik non è escluso che la Juve viri su un altro obiettivo ) direi che la Juventus non potrà che migliorare.  . Per valutare il lavoro di Pirlo ci vorrà, minimo un mese. Ed  ostacoli di uno spessore maggiore rispetto alla Sampdoria. Già a Roma contro la Roma si vedrà. Poi ci sarà il Napoli che ha vinto a Parma.  

Arriverà un centravanti, quasi certamente Dzeko. Non escludo possa arrivare un centrocampista se Khedira si deciderà a rescindere. Probabilmente, visto che Pellegrini andrà al Genoa (dove Pjaca è tornato finalmente a segnare ) anche un esterno. Forse Kean se l'Everton accetterà di dirottarlo a Torino in prestito con diritto di riscatto. C'è tempo fino al 5 di ottobre quando il mercato chiuderà. Chiudo anche io con due considerazioni . Questi giocatori che per qualcuno non erano “allenabili“ pare viceversa lo siano. Poi: in Germania il biondo  norvegese  che con qualcuno  avrebbe fatto “la quarta punta“, pronti via e ne ha messi altri due. Magari sarebbe stato il caso di andarlo a vedere de visu a Salisburgo prima di sputare sentenze.  Ecco: dopo ogni gol di Haaland devo prendere un sedativo per combattere l'acidità di stomaco, pensando che con la Juventus era alle firme. E che con il gigante del nord, oggi il problema del centravanti non si porrebbe. E che delle “furbate“ ( lecite, per carità ) di de Laurentiis la Juve potrebbe farsi un  baffo.