Francesco Baldini, una lettera per salutare la Juventus

03.07.2019 15:30 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Francesco Baldini, una lettera per salutare la Juventus

L'ex tecnico della Primavera della Juventus ha voluto scrivere una lettera per ringraziare tutti quelli con cui ha condiviso l'avventura: 

"Il 30 giugno si è conclusa una stagione molto importante per me. Un'avventura che mi ha fatto crescere sotto tutti i punti di vista ma soprattutto mi ha dato la possibilità di conoscere molte persone SPECIALI che hanno arricchito notevolmente il mio bagaglio.

Far parte della Famiglia Juventus, prima da Calciatore, poi da Allenatore, è stato un onore; quindi ringrazio indistintamente tutti i Vertici della Società per avermi scelto un anno fa mettendomi alla guida della formazione Primavera.

Ringrazio, in ogni suo componente, il GRANDE Staff che mi ha affiancato in questa stagione - a partire dall'allenatore in seconda fino ad arrivare al magazziniere - per avermi supportato e a volte sopportato anche 15 ore al giorno nel lavoro svolto sui ragazzi, lavoro che, graie all'impegno di tutti, non si è limitato semplicemente al loro miglioramento tecnico, tattico e fisico, ma anche umano, temperamentale e professionale di ogni singolo calciatore.

Ringrazio i Tecnici, i Prof, gli allenatori dei Portieri, gli Psicologi, i Medici e Fisioterapisti, gli osservatori e tutti i Dirigenti che insieme a me hanno vissuto il Centro Sportivo di Vinovo perché l'interazione quotidiana avuta con tutti voi è stata fonte di crescita continua, di gran lunga il miglior corso di aggiornamento che io avessi mai potuto fare.

Ringrazio il Direttore Cherubini perché la sua presenza costante nella prima parte di stagione per me è stata Fondamentale così come lo è stata per tutti. Ragazzi compresi.

Ringrazio con tutto il mio cuore Gianluca Pessotto, punto di riferimento costante, speciale e unico. Ringrazio il Prof. Sassi per i continui spunti a me donati. Per ultimo, ma non per importanza, i ragazzi che per me diventano sempre speciali. So che non sono i miei ragazzi, ma sono i ragazzi della Juventus, della Roma, dell'Imolese ecc... Ad ogni modo rimangono ogni anno i MIEI ragazzi... Quindi Grazie ai MIEI ragazzi, protagonisti di questa stagione che non avrà vissuto risultato sportivi ma ha sicuramente visto la crescita umana e professionale di tutti voi.

Grazie alla Mia famiglia. Nulla avrebbe senso senza di Voi..".