A DOMANDA RISPONDE - Xavier Jacobelli: "Juve, sono due punti guadagnati. Allegri troppo esperto per ignorare lacune emerse ieri. A Lichtsteiner è andata bene. Su Var e Napoli..."

02.10.2017 01:47 di Xavier Jacobelli Twitter:   articolo letto 23668 volte
A DOMANDA RISPONDE - Xavier Jacobelli: "Juve, sono due punti guadagnati.  Allegri troppo esperto per ignorare lacune emerse ieri. A Lichtsteiner è andata bene. Su Var e Napoli..."

Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, editorialista del Corriere dello Sport-Stadio.

 

Il pareggio di Bergamo equivale a un punto perso o a due guadagnati?

“Sicuramente, si tratta di due punti guadagnati, a giudicare da come si erano messe le cose. La Juve ha imposto il proprio gioco all’Atalanta nella prima mezz’ora, ma, dopo l’uno due Bernardeschi-Higuain, ha commesso l’errore di pensare che la partita fosse in discesa, sottovalutando la reazione dell’avversario. Nell’arco di tre settimane, come la Juve anche l’Atalanta ha giocato sette partite, fra campionato e coppa, inanellando tre vittorie, quattro pareggi e rimontando contro il Chievo, la Fiorentina, il Lione e i bianconeri. La squadra di Gasperini gode di un’invidiabile condizione atletica e, dall’inizio della stagione, il tecnico ha impiegato 22 giocatori, impadronendosi del turnover con assoluta disinvolura”.

 

La Juve, invece, che cosa ha sbagliato contro l’Atalanta?

“Matuidi e Bentancur da soli non potevano reggere l’urto del centrocampo nerazzurro. Inoltre, in trasferta, la difesa spesso accusa una fragilità sconosciuta, sino a questo inizio di stagione: in precampionato, fra Tottenham e Lazio, finale di Supercoppa, ila reotrguarda aveva incassato 5 gol; in campionato ne ha presi 3 a Genova, 1 a Reggio Emilia, 2 a Bergamo. Troppi".

 

Perché Dybala ha giocato male a Bergamo? Sta peccando di discontinuità?

“Non direi. Dybala ha pagato la marcatura asfissiante di Palomino che ha disputato una prova eccellente, incollandosi al Numero Dieci a tutto campo e togliendogli letteralmente lo spazio vitale”.

 

A fine partita, Allegri ha lasciato il campo visibilmente arrabbiato e in tv era nervoso. Ha criticato la moviola in campo, asserendo che avanti di questo passo, in marzo le partite dureranno quattro ore. E’ d’accordo?

“Credo che l’arrabbiatura di Allegri fosse causata soprattutto dal modo in cui la Juve ha pareggiato a Bergamo. Il tecnico è troppo accorto, troppo esperto e troppo schietto per ignorare le lacune emerse dalla prova di ieri sera. Quanto alla tecnologia in campo, a Lichsteiner è andata bene: a norma di regolamento, la gomitata a Gomez doveva essere punita con l’espulsione, non con l’ammonizione. E il rigore concesso alla Juve ha suscitato diverse perplessità. Transeat. Secondo una stima per difetto, dall’inizio del torneo il Var ha corretto quasi l’80 per cento degli errori arbitrali. Che ci siano ancora  incongruenze ed episodi tali da suscitare discussioni, è inevitabile: il sistema è ancora in rodaggio. Ma, lunga vita alla moviola in campo, accettata da tutti all’inizio del torneo”.

 

Il Napoli è già in fuga scudetto?

“E’ troppo presto per dirlo, non è mai tardi per sottolineare i meriti dei partenopei. Hanno stabilito due record storici pe il club partenopeo: 7 vittorie di fila nelle prime 7 gare di campionato e 35 gol segnati nelle prime 7 gare di campionato. Il Napoli scoppia di salute. Per il poco che vale la mia opinione, se c’è un anno in cui può vincere lo scudetto, è questo. Juve permettendo, s’intende”.