Tutto regolare all'Allianz, spalti vuoti e silenzio curva a parte

16.02.2019 06:30 di Giulia Borletto  articolo letto 35202 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Tutto regolare all'Allianz, spalti vuoti e silenzio curva a parte

Nessuno scherzetto questa volta. Dopo i 3 gol fatti ma anche incassati col Parma, il Frosinone poteva far una leggera paura. Finisce 3-0 invece la partita che apre la quinta giornata del girone di ritorno, la partita che precede l'impegno Champions di mercoledì. E' un venerdì sera quindi sereno all'Allianz Stadium, nonostante la curva torni a non cantare (inspiegabilmente) e gli spalti siano pieni di buchi. Dybala torna al gol dopo 3 mesi e come annunciato in settimana riproduce l'esultanza di Ronaldo, che poi ricambia prima di essere richiamato in panchina. Bonucci "ruba" la palla dalla testa di Khedira cosi da festeggiare il recente arrivo della figlia. Non era una gara difficile sulla carta, non lo era perchè il Frosinone è penultimo in classifica, ma sono queste le partite che Allegri prepara con maggiore attenzione. Pochi cambi ma mirati nell'11 titolare, pochi da far riposare e tanti da reinserire perché reduci da periodi di stop. Bonucci e Chiellini si riappropriano del loro lavoro al centro della difesa, che in vista di Madrid è una notizia da sottolineare. Dybala ritrova minuti, fiducia e gol. Il suo impegno non è mai stato messo in discussione, la sua voglia di giocare neanche. Spesso è chi sta attorno che parla e lancia le palle infuocate. Lui i palloni preferisce metterli in rete e lo sa fare sempre bene.