TASTIERA VELENOSA - LO SCANDALO DELL'OLIMPICO, HA RAGIONE SARRI!

23.10.2021 09:30 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
TASTIERA VELENOSA - LO SCANDALO DELL'OLIMPICO, HA RAGIONE SARRI!

Possiamo dire tutto, ma quanto successo in Lazio-Inter la settimana scorsa non rappresenta un episodio di normalità.

La fredda cronaca dice questo: un giocatore nerazzurro è a terra, la Lazio non si ferma e segna, il giocatore nerazzurro si rialza e e va a protestare dopo il gol. Non sembrava molto infortunato e le proteste nerazzurre non sono assolutamente legittime, non trattandosi di un colpo alla testa, la scelta era dell'arbitro che ha preferito evitare lo stop, consentendo lo svolgimento dell'azione.

Maurizio Sarri è tornato sulla rissa finale contro l’Inter: “Io sono rimasto al dito minaccioso, ho detto "non mi devi prendere per il culo" e sono stato squalificato con il Milan per due turni. Sabato contro l'Inter ho visto mani addosso, calci e si parla di uno sputo che non ho visto e quindi non prendo in considerazione. Penso che il mio dito a questo punto sia estremamente pericoloso".

In effetti Maurizio Sarri ha pienamente ragione. Ci fa piacere avere un'Inter al completo contro i bianconeri, ma allo stesso tempo, va sottolineato che se da una parte squalifichi Felipe, dall'altra non puoi non permetterti di fermare almeno un paio di nerazzurri per partià di trattamento, una scelta ed una posizione totalmente insostenibile.

Ci viene da dire che i nerazzurri sono stati assolutamente graziati in una situazione totalmente ed altamente rischiosa al termine di una gara ricca di episodi in cui la formazione di Inzaghi ha perso la testa con comportamenti non da partita di calcio ma da far west.

Indubbio che il giudice sportivo ha usato la mano leggera, con la Juventus non sarebbe successo così, ricordiamo la squalifica di Douglas Costa qualche anno fa.

Sarri ha ragione quindi e anche se spesso il tecnico ex Juve tende a lamentarsi questa volta le eccezioni sono totalmente condivisibili.