PIRLO A SKY: "Entrati in campo troppo superficiali. De Ligt è un capitano già a 20 anni. Dybala non ha fatto benissimo, ma è in crescita"

24.11.2020 23:17 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
PIRLO A SKY: "Entrati in campo troppo superficiali. De Ligt è un capitano già a 20 anni. Dybala non ha fatto benissimo, ma è in crescita"
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

Andrea Pirlo risponde alle domande dei colleghi di Sky dopo il match di Champions. Tuttojuve.com riprende le sue parole:

(domanda di Capello, ndr) Spesso io dicevo: "Se giocate come vi siete riscaldati, sarà durissima oggi". Come è andato il riscaldamento?
"L'obiettivo era quello di entrare con un altro atteggiamento, lo avevamo detto prima della partita, negli spogliatoi prima di entrare, però si sa che quando si giocano queste partite che apparentemente sembrano semplici, poi vai incontro a delle difficoltà e così è stato stasera. Siamo entrati un po' troppo superficiali e poi devi una partita a rincorrere".

Abbiamo visto tante volte il Ferencvaros entrare per vie centrali. Dipendeva dalla prima pressione che non veniva fatta bene?
"Non abbiamo fatto una prima pressione veemente come avevamo preparato, è normale magari dopo tante partite non avere sempre la stessa intensità. però era importante non sfilacciarci, non rimanere lunghi per prendere queste ripartenze. Ne abbiamo avute alcune nel primo tempo, poi nel secondo ci siamo sistemati un po'".

I cambi dovevano dare una scossa, ma è arrivata solo da Morata. Kulusevski e Chiesa si accentravano troppo. Si aspettava di più dai cambi?
"Mi aspettavo di più, però era una partita difficile, loro si sono chiusi molto bene e noi dovevamo cercare di allargarli con il gioco, con il passaggio, cercare di muovere da una parte all'altra più velocemente, invece il ritmo della palla non era alto e quindi era più facile per loro scalare da destra a sinistra. Bisognava girarla velocemente per poi trovare lo spazio per attaccarli".

Ci sono aspetti positivi come il rientro di de Ligt, soprattutto per una squadra che vuole tenere la difesa alta. Ti permette di essere più aggressivo, più corto e più sicuro dietro. Un ritorno meraviglioso.
"Veramente un ritorno importante, lo conoscevamo, è un campione in tutti i sensi, sia a livello tecnico, che umano, è un capitano già a 20 anni, quindi lo aspettavamo da tempo. Ci consente di essere più aggressivi, ma anche in fase di impostazione ti può dare tanto, quindi riesce a tenere bene la squadra corta, ad andare in avanti che è quello che cerchiamo di provare durante le partite".

(domanda di Capello, ndr) Arthur nota meno felice. Un giocatore che gioca molto corto, gioca lento, quindi sempre centralmente. Ha qualità tecniche ma non ha una visione ampia del gioco.
"Oggi si è intestardito un po' a portare di più la palla rispetto ad altre partite, a cercare sempre la soluzione diretta internamente, quando invece c'era da aprire il campo e allargare le loro maglie. Però è un gicoatore che sta crescendo soprattutto anche a livello fisico. E stasera anche sotto quell'aspetto non ha demerito. Però sicuramente bisognerà aprire di più il gioco per dare la possibilità ai nostri giocatori di fare l'uno contro uno. Se . Se arrivava la palla troppo lentamente, poi loro si sistemavano e non avevamo più questa possibilità".

Ma ha queste qualità tecniche di aprire il gioco?
"Per adesso ancora poco, deve imparare"

Ci aspettavamo una verticalizzazione più rapida visto che vi concedevano più spazi.
"Loro sono venuti a fare la loro partita. Sono una squadra che prova a giocare, ti portano ad attaccare la loro linea, ma devi farlo nel momento giusto. Quando l'abbiamo fatto siamo sempre riusciti ad andare in porta".

Un giudizio su Dybala?
"Non ha fatto benissimo, ma è in crescita, perché viene da un periodo di inattività. Ha preso antibiotici per settimane ed è normale gli occorra un po' più di tempo. Ma deve andare oltre la sua soglia per recuperare".