LIVE TJ - PIRLO: "Dybala, Arthur e McKennie non saranno convocati per il derby. Abbiamo grande voglia di rivalsa dopo la sconfitta contro il Benevento"

02.04.2021 15:46 di Camillo Demichelis Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - PIRLO: "Dybala, Arthur e McKennie non saranno convocati per il derby. Abbiamo grande voglia di rivalsa dopo la sconfitta contro il Benevento"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Tra poco Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Torino. TuttoJuve.com ha seguito l'evento in diretta

"I tre giocatori coinvolti nell'episodio di qualche giorno fa non sono convocati per la partita di domani e vedremo quando riprenderanno. Detto questo parliamo del derby".

Come deve approcciare la partita la sua Juventus? Come è cambiato il Torino con Nicola?

"Il Torino è cambiato perché sono due allenatori diversi e vedono il calcio in modo completamente diverso. Le squadre di Nicola hanno un'impronta ben precisa e ha sempre fatto bene negli scorsi anni. Sappiamo cosa andremo a trovare domani in campo. Noi dovremo affrontarla con grande rabbia perché dopo la sconfitta con il Benevento abbiamo grande voglia di rivalsa, quindi il derby va giocato con grande aggressività e grande voglia di vincere".

C'è stato un confronto con la squadra?

"No, non c'è stato perché i giocatori sono arrivati soltanto ieri. C'è stato modo di parlare con tutti però singolarmente a parte il discorso fatto ieri per i fatti successi. Sappiamo l'importanza della gara e sappiamo di quello che è successo nelle settimane precedenti, però avremo modo domani tutti insieme di affrontarla al meglio e di parlare anche prima della partita".

Vi guardate le spalle per la lotta Champions?

"No l'approccio non cambia, perché l'obiettivo è quello di vincere tutte le partite. Si gioca per cercare di vincere le partite e poi vedere cosa succede sia davanti che dietro. Il nostro obiettivo è quello di giocare partita dopo partita e fare più punti possibili. L'obiettivo è quello di vincere domani e poi pensare alla prossima partita".

Ti sei stufato di ripetere sempre che dovete ripartire?

"Mi sono stufato, ma bisogna dirlo. Quando ci sono delle sconfitte bisogna andare avanti e voltare pagina cercando di migliorare e cercare di farlo al meglio. Tutte le volte che c'è una caduta c'è sempre una grande risalita e adesso siamo pronti per prenderla".

Volete dimostrare che non siete quelli delle ultime settimane?

"Si ci sarà grande orgoglio. Perché è una squadra composta da grandi campioni che hanno già affrontato momenti come questi e avranno grande voglia di rivalsa e che sono un gruppo fantastico che possono fare sicuramente meglio in tutte le partite".

Come sta Alex Sandro? Può partite titolare?

"Si Alex Sandro sta bene e ha recuperato dall'infortunio. Ha avuto modo di allenarsi insieme agli altri cinque in questi giorni. Non ha avuto problemi e si è allenato regolarmente".

Danilo può giocare a centrocampo?

"Si Danilo è a disposizione. Adesso aspettiamo gli ultimi tamponi e domani mattina vedremo chi avremo a disposizione definitivamente. Danilo è un opzione sia in difesa che a centrocampo".

Tornando indietro c'è qualcosa che farebbe diversamente?

"Non ci siamo fatti mancare niente in questa stagione. Fuori sono liberi di fare ciò che vogliono nei limiti delle regole. Alziamo la voce in campo quando devono fare certe cose poi sono grandi e vaccinati e possono fare quello che vogliono nel rispetto delle regole ed è sempre stato così da quando giocavo io fino ad adesso".

Come ha ritrovato Ronaldo?

"Sta bene. Era arrabbiato perché giustamente in competizioni così importanti la Var deve esser presente perché queste partite possono avere un'importanza totale per la qualificazione. Lui è tranquillo e sereno".

Ci parla del ruolo di Bernardeschi? Si auspica il rinnovo di Buffon e Chiellini?

"Adesso siamo ancora in questa stagione e dobbiamo pensare a questa. Loro sono due giocatori della rosa e sono importantissimi come sono sempre stati. Io mi baso su quello che vedo e sul presente. Bernardeschi, come avevo già detto, può fare sia il terzino che l'esterno di fascia. Con noi gioca in un modo in Nazionale in un altro, ma secondo me può fare l'esterno sia basso che alto".

Hai deciso tu le punizioni o l'hai fatto insieme alla società?

"La decisione l'ho presa io e la società ha fatto il resto. Per la parte tecnica ho deciso io. Sono sempre successe queste cose, ma non era questo il momento di farle per quello che sta succedendo nel mondo. Non era il momento di farlo, per il rispetto di quelli che rispetto le regole e perché era a due giorni da una partita. Siamo degli esempi ed è giusto che ci comportiamo da esempi".

Teme l'effetto paura per la sua squadra?

"No il derby è sempre un derby quindi c'è sempre la stessa voglia di vincerlo. Non ho mai giocato un derby con la paura di perdere però il derby è una partita a sé e non parti con l'obiettivo di non portarlo a casa. L'obiettivo è quello di poterlo vincere per far contenta la squadra e tutti i tifosi".

Come sta Chiellini? Ha pensato ad un 4-3-3?

"Chiellini sta bene. Ringraziamo Mancini che l'ha fatto tornare prima.  Si è allenato bene e speriamo di vederlo in campo ancora a lungo. Abbiamo studiato delle varianti come è normale quando hai tempo per allenarti però sono da mettere in campo ed era difficile da proporle non avendo i giocatori".

Le prossime due partite possono essere decisive per il suo futuro?

"il mio futuro è stato ribadito dalla societa. Io penso partita dopo partita e a fare bene il mio lavoro poi è normale  che se perdi 10 partite è giusto che tu vada a casa. Io voglio fare bene e continuare a lavorare nella Juventus".

Su Szczesny siete tranquilli? Cosa pensa della squalifica a Buffon?

"Non ci aspettavamo più la squalifica di Buffon. Szczesny è da valutare e aspettiamo il tampone e poi vedremo se no c'è pronto Pinsoglio".

Nella squadra c'è unità di intenti?

"C'è sempre stata, la squadra ha sempre pensato ad un solo obiettivo anche se a volte ci siamo riusciti e a volte no. Abbiamo sempre pensato tutti dalla stessa parte e continueremo a farlo fino alla fine della stagione"

Termina qui la conferenza stampa di Andrea Pirlo