LIVE TJ - LANDUCCI a Mediaset: "Partita importante per ripartire, contenti del passaggio del turno. Allegri sarà soddisfatto. Cambi tardivi? No, perfetti. I nostri giovani prontissimi"

19.01.2023 23:23 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - LANDUCCI a Mediaset: "Partita importante per ripartire, contenti del passaggio del turno. Allegri sarà soddisfatto. Cambi tardivi? No, perfetti. I nostri giovani prontissimi"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

L'allenatore in seconda della Juventus Marco Landucci è stato intervistato da Mediaset. Le sue parole:

Vittoria storica perchè è la prima della nuova era e poi serviva una risposta dopo Napoli.
"Hai detto tutto tu, è giusto. Era una partita importante, dovevamo ripartire. Avevamo tanti ragazzi in campo che hanno fatto un'ottima partita, siamo contenti, perchè per la Juventus anche la Coppa Italia è un obiettivo importante. Peccato per il gol che abbiamo preso su un calcio d'angolo, bisognava stare un po' più attenti, ma siamo contenti per il passaggio del turno".

Hai già sentito Allegri? E' soddisfatto?
"Quando si vince siamo tutti soddisfatti, era un obiettivo passare il turno quindi sarà sicuramente soddisfatto".

Visto il risultasto in bilico, non era il caso di far entrare qualche big un pochino prima?
"No, siamo stati perfetti, Chiesa è entrato al momento giusto e ha fatto gol e abbiamo vinto la partita. Sbagli quando perdi, ma quando vinci vuol dire che hai fatto tutto bene. Poi Angel è stato qualche giorno fermo".

C'era il rischio di andare ai supplementari...
"Ma non ci siamo andati (sorride, rispondendo a Ciccio Graziani, ndr). Ciccio lo conosco benissimo, è uno sincero, ma penso fosse il momento giusto per farli entrare. Può darsi che potessero entrare anche un pochino prima, però  sapevamo che potevano darci molto nella fase offensiva e così è stato".

Lei è stato il portiere di Ciccio Graziani...
"Ciccio è stato un grande giocatore e una grande persona, aveva grande entusiasmo, viene un po' dalla mia generazione, anche se lui ha qualche anno più di me, però era una generazione che aveva entusiasmo, voglia. Me lo ricordo da giocatore, è stato mio allenatore con la Fiorentina, abbiamo fatto una cavalcata importante, siamo arrivati fino alla finale, ci siamo tolti delle belle soddisfazioni. E' una grande persona, è sempre un piacere vederlo, mi piace ascoltarlo, lo seguo, poi gli voglio bene".

Tra i vostri giovani, qualcuno è già pronto per stare stabilmente con i "vecchi"?
"Fagioli e Miretti hanno fatto già diverse partite con noi, non è che hanno giocato stasera per la prima volta. Iling aveva giocato diversi spezzoni di partita, quindi sono pronti sì. Fagioli e Miretti hanno dimostrato un questo inizio di campionato di starci benissimo, anzi, sono stati determinanti quando sono mancati i giocatori con un pochino più di esperienza, hanno dato freschezza, corsa e qualità tecnica. Sono prontissimi. Saluto anche Fabrizio Ravanelli, le cose che ho detto per Ciccio valgono anche per lui, ma Fabrizio è anche un ciclista (ride,  ndr).