LIVE TJ - LANDUCCI a DAZN: "Abbiamo dimostrato di avere carattere. Spero rientri il mister, oggi ho perso 5-6 anni di vita. Morata determinante. Chiesa unica nota stonata"

09.01.2022 21:07 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - LANDUCCI a DAZN: "Abbiamo dimostrato di avere carattere. Spero rientri il mister, oggi ho perso 5-6 anni di vita. Morata determinante. Chiesa unica nota stonata"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Marco Landucci, vice di Max Allegri, commenta la grande vittoria dell'Olimpico ai microfoni di Dazn:

Farà fatica a dimenticare la sua prima partita al posto di Allegri. Questo gruppo quanto aveva bisogno di una vittoria così in uno scontro diretto?
"Molto, quando si vince, è tutto molto più bello. Perdevamo 3-1, sono d'accordo che il gol di Locatelli  ci ha dato entusiasmo, da lì siamo ripartiti, e siamo riusciti a ribaltarla. Sono molto contento per il gol di De Sciglio, per tutti, abbiamo dimostrato di avere carattere e questa è la cosa più importante. Ce lo siamo detti prima della partita e l'abbiamo fatto. Ma poi bisogna farlo in campo, con le parole servono a poco. Sono contento perchè è la prima partita che faccio dopo tanti anni, spero rientri il mister che ne abbiamo bisogno, perchè ho perso 5-6 anni di vita oggi".

Però è divertente...
"Se alla fine finisce così è divertente, sul 3-1 era meno divertente. Vorrei salutare Andrea (Barzagli, ndr) se possibile ".

(risponde Barzagli). Grande Landu.  Ti faccio una domanda tecnica o come stai? Come sta la famiglia?
"La famiglia perfetta per fortuna, divento sempre più vecchio, ma è normale".

Bravi tutti a non mollare, ottimi i cambi e questa squadra ha un margine e può dare ancora di più all'interno della partita. Una crescita c'è, ci vuole tempo e ci state lavorando.
"Sono d'accordo con te, siamo partiti un po' timoroso, non dovevamo, volevamo fare una partita offensiva, invece ci è capitato nel primo tempo e anche nel secondo. Abbiamo preso gol su calcio piazzato, dove loro sono molto bravi. Nel scondo tempo abbiamo cambiato qualcosa perchè eravamo in difficoltà, abbiamo fatto più marcature a uomo, perchè all'andata con loro avevamo fatto bene in quella situazione dei piazzati, invece Veretout ha battuto un grande angolo e Abraham è stato bravo a fare gol. Peccato per il secondo gol perchè abbiamo buttato via palla, dovevamo gestirla un po' meglio, ma ci capita spesso questa cosa, vuol dire che non è un caso. Dopo siamo stati bravi a crederci. Il secondo gol ci ha dato una mano, perchè siamo ritornati su e ci ha dato fiducia".

Ma i cambi arrivavano dall'alto o sono stati una sua intuizione?
"Non lo so, non si può dire, teniamo il segreto. Una mia intuizione, di tutti, ero in panchina io, c'era tutto lo staff in panchina. Al mister prima della partita ho detto: in quattro speriamo di farne uno, tra Dolcetti, Trombetta, Padoin... in quattro siamo riusciti per fortuna a vincere, che è una bella soddisfazione"

Allegri aveva detto che la squadra avrebbe fatto meglio senza uno che fa danni in panchina...
"(ride, ndr) Non è vero questo, era una battuta. Abbiamo fatto 4 gol. Facciamo sempre fatica a fare gol, ne abbiamo presi tre, ma ne abbiamo fatti quattro. Questo è l'importante".

I cambi hanno dato la svolta. Giorgio ha messo tutti sull'attenti.
"Lo stavamo mettendo un attimo prima, al posto di Paulo, perchè Paulo era un po' stanco, volevamo cambiare e metterci con il 3-5-2, ma non abbiamo avuto tempo perchè abbiamo preso il rigore. Però ho sperato che Tek lo parasse, perchè lo ha parato all'andata e speravo lo parasse anche al ritorno e così è stato e siamo contenti".

Può essere la svolta anche per Morata e per tutti?
"Sicuramente ci dà morale, quando vinci le cose sono sempre migliori. Ci dà sicuramente morale, poi sicuramente queste cose che abbiamo sbagliato a inizio partita bisogna farle meglio. Ci aspettavamo la Roma col 3-5-2, poi invece ha giocato con il 4-2-3-1 e non riuscivamo bene a venirne fuori, credevamo che Cristante facesse il terzo  centrale, invece hanno giocato col 4-2-3-1. Poi abbiamo capito, ci siamo messi un po' meglio, siamo riusciti di più a giocare la palla. Su Morata non sono d'accordo con quello che dicono gli altri, come dice il nostro allenatore è un giocatore forte,  che ha giocato nel Real Madrid. Poi ha sempre dato dimostrazione d'affetto per questa squadra. E' un giocatore forte, è entrato veramente bene, è entrato subito in partita, ci ha dato qualità e profondità e ha fatto sicuramente un ottimo ingresso, determinante, sono molto contento per lui anche". 

E' la prima volta che vediamo Cuadrado così bloccato.
"Sì, non riuscivamo a venirne fuori, volevo uscirne con i terzini per trovare il centrale opposto, qualche volta l'abbiamo fatto. Poteva venire dentro il centrale, però abbiamo avuto un po' di difficoltà all'inizio. Dopo con la qualità di Paulo anche ne siamo venuti fuori, perchè Paulo ha fatto una bella partita, ha fatto un bel gol, ha dato dimostrazione importante, siamo contenti".

Come vede Allegri in questa nuova veste: è chiamato a valorizzare una rosa che non è forte come quella del primo ciclo juventino. Prima doveva gestire soprattutto grandi stesse.
"Sicuramente sì, sapevamo di avere questo impegno difficile, però solo con il lavoro e la voglia.... adesso ci stanno un po' criticando, ma siamo abituati. L'importante è che sappiamo di doverne venire fuori con il lavoro, cercare di migliorare  questi ragazzi, dare la mentalità che avevano Andrea e tanti altri in quella Juventus. Piano piano riusciremo a vincere anche questa sfida, io ne sono convinto,  con il lavoro, la serietà, stando zitti. E  lavorare. E' l'unico rimedio che abbiamo e dobbiamo fare solo questo, parlare poco e fare dei fatti".

Chiesa come sta?
"Chiesa... l'unica nota stonata è questa, Federico ha fatto una distorsione al ginocchio, verrà valutato domani chiaramente, aveva fastidio. Vediamo in questi giorni cosa si è fatto".

 IN AGGIORNAMENTO