LIVE GRAN GALA' AIC - MARCHISIO: "Felicissimo di essere l'unico centrocampista italiano premiato. Stagione importante". Allegri: "Scudetto? Juve favorita". Capello: "Conte ha riportato la mentalità vincente che alla Juve è sempre esistita"

CLICCATE F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA
23.01.2012 22:19 di Redazione TuttoJuve  articolo letto 20282 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
LIVE GRAN GALA' AIC -  MARCHISIO: "Felicissimo di essere l'unico centrocampista italiano premiato. Stagione importante". Allegri: "Scudetto? Juve favorita". Capello: "Conte ha riportato la mentalità vincente che alla Juve è sempre esistita"

23:43 - Cala il sipario sul Gran Galà del calcio, tra gli scroscianti applausi della platea.

23:40 - La serata si chiude alla grande, ovvero con la consegna del Premio speciale dell'AIC a Simone Farina e Fabio Pisacane, nuovi eroi del calcio italiano, per aver sventato e denunciato alcuni tentativi di combine.

23:32 - Tra gli arbitri la spunta Nicola Rizzoli, che curiosamente viene premiato il giorno dopo la "sfortunata" direzione di Inter-Lazio. Il fischietto bolognese ha spiegato sul palco come un arbitro vive le polemiche: "A volte capita, siamo chiamati a prendere decisioni, e chi decide può essere criticato. Noi - assicura - siamo sereni e cerchiamo di fare del nostro meglio". 

23:22 - Il tecnico del Milan Massimiliano Allegri è stato premiato come allenatore della Top 11. Il tecnico rossonero ha elogiato la Juventus, indicandola come favorita per lo scudetto: "La Juventus è la squadra che non ha ancora perso in Italia, e non perdere in Italia credo sia molto difficile. La Juventus lo ha fatto e in questo momento è la favorita insieme a noi. Anzi, è più favorita di noi perchè ha un punto in più". "Ringrazio chi mi ha votato ma soprattutto i miei giocatori che hanno permesso di farmi ritirare questo premio - ha dichiarato l'allenatore rossonero -.  E' un onore avere i complimenti di Capello che ha fatto la storia in Italia e nel mondo. Speriamo di riconfermarci campioni d'Italia anche se riconfermarsi è sempe più difficile". Sul mercato non si sbilancia: "Maxi Lopez? Sono cose che riguardano la società".


23:13 - Importante riconoscimento anche per Stephan El sharaawy, giudicato miglior giocatore della serie B.

23:07 - Le parole di Capello: "Il mio futuro? Sto bene in Inghilterra, mi trovo benissimo, ma l'inno italiano è sempre una forte emozione. L'allenatore più bravo? I risultati dicono l'allenatore del Milan, perchè è riuscito il primo anno a vincere il campionato, e non è una cosa facile. E soprattutto, arrivando dalla provincia e non conoscendo l'ambiente, Allegri è entrato subito in sintonia con la squadra e ha dimostrato tutto il suo valore. Quindi complimenti ad Allegri. Devo dire che sta trovando un ottimo competitor in Conte, che anche lui è riuscito a dare qualche cosa in più, quella mentalità vincente, quella determinazione che è sempre esistita nella Juventus: io la ricordo come giocatore e me la ricorda anche come allenatore. non dimenticando l'allenatore del Napoli, Mazzarri e qualche cosa di nuovo che arriva da Roma".

22:58 - Fabio Capello sale sul palco per ritirare il premio della critica.

22:50 - Zlatan Ibrahimovic ritira anche il premio di miglior giocatore assoluto del 2011. Ad incoronarlo sono stati gli addetti ai lavori.

22:45 - Totò Di Natale torna a parlare della scelta di rifiutare la Juventus: "Con il presidente ho deciso in pochi minuti, la mia scelta è stata quella di resta a Udine che è la mia casa".

22:40 - Zlatan Ibrahimovic ringrazia Fabio Capello, presente in platea: "Voglio ringraziare Capello che mi ha portato in Italia. Mi ha dato l’opportunità di crescere ancora e mostrare il mio calcio qui in Italia, che è la mia seconda casa".
Poi parla della principale antagonista per lo scudetto: "La Juventus sta facendo molto bene ma anche noi. Loro sono primi oggi, vediamo come finisce il campionato. Secondo me è più bello così, perché quando ci sono più squadre vicine non ti rilassi e questo ti fa avere più fame. Puntiamo a vincere tutti i trofei, questa è la nostra mentalità. Vogliamo vincere ogni partita. La squadra sta crescendo ancora. Mi spiace solo per Gattuso che è infortunato".

22:30 - Scocca l'ora degli attaccanti: saranno premiati Totò Di Natale, Edinson Cavani e Zlatan Ibrahimovic.

22:26 - Il presidente della Lega di Serie A, Maurizio Beretta: "L'Udinese è un modello per tutta la Serie A", ha commentato, prima di consegnare il premio al patron friulano Gianpaolo Pozzo.

22:23 - Ora viene premiato il miglior club del 2011: l'Udinese. A ritirare l'importante riconoscimento il presidente Pozzo. "Sono commosso di questo premio, ci lusinga tutti in modo importante essendo dato da esperti. Sono soddisfatto di questi risultati, è un premio che appartiene alla gente che lavora nell'Udinese. Tutti stanno facendo un ottimo lavoro. Il merito è dei calciatori, ragazzi seri che vengono da tutte le parti del mondo".

22:17 -  Il tecnico del Milan Massimiliano Allegri parla di Boateng e riserva una battuta anche sulla Juventus, appena laureatasi campione d'inverno: "Anche Allegri ha parlato del Boa, stuzzicando un po’ il ghanese per il suo italiano ancora imperfetto: "Io sto studiando inglese ma non sono ancora pronto. Beh, capisce abbastanza e questo è importante, è uno sveglio.  Ha fatto benissimo da trequartista e buone partite da mezzala. Sulla trequarti però ha fatto meglio. Juve campione d'inverno? Beh, a Torino quest'anno ha fatto molto freddo, è normale che siano loro i campioni d'inverno".

22:13 - Ultimo centrocampista premiato è Kevin Prince Boateng del Milan: "La mia vita è cambiata tanto da quando sono arrivato al Milan, prima ho giocato solo in piccole squadre. È tutto perfetto. Il derby? Pensiamo alle altre partite. L’Inter è una squadra forte ma lo Scudetto lo vinciamo noi, è normale".

22:10 - Thiago Motta sale sul palco a ritirare il suo premio e parla del suo futuro: "Non lo so, mancano otto giorni e può succedere di tutto. Parigi è una bella città, ma per ora è tutto incerto. Anche a Milano sto bene. Ringrazio anche il presidente Moratti, qui all'Inter abbiamo fatto la storia del calcio".

22:07  - LE PAROLE DI MARCHISIO - Marchisio non è presente al Teatro dal Verme. Il centrocampista torinese, infortunatosi sabato sera a Bergamo, è stato però intervistato nel ritiro bianconero dalla giornalista di Sportitalia Daniele Scalia. In sala viene mandata in onda l'intervista. Ecco le parole del Principino, trascritte da TuttoJuve.com: "Sono felicissimo di essere l'unico italiano, ma ciò non significa che non ci sono altri italiani bravi, significa che questo è un grande campionato, dove ci sono sempre tanti campioni che arrivano dall'estero; quindi sono felice di far parte di questa rosa che ha vinto il premio come miglior centrocampista. Poi, sappiamo che stiamo passando una stagione importante, che si concluderà con l'Europeo, dove sono convinto che faremo bene, perchè siamo un'ottima Nazionale che ha un grande allenatore e che si è ripresa bene dopo le ultime esperienze non andate bene. Io saluto tutti quanti, tifosi juventini e non, e ringrazio soprattutto i colleghi per avermi votato per questo premio. Mi rende davvero felice e vi saluto. Un abbraccione".

22:07 - Tocca al principino! Claudio Marchisio è uno dei centrocampisti della Top 11, ex aequo con Thiago Motta.

22:05 - Il centrocampista di destra premiato è Marek Hamsik, che però non ha potuto ritirare il premio perchè "è rimasto a lavorare a Napoli", spiega il dg azzurro Fassone, che ha ritirato il riconoscimento al posto dello slovacco.

22:00 - Michele Criscitiello chiama sul palco Demetrio Albertini, che premierà i migliori centrocampisti della scorsa stagione.

21:54 - Momento musicale: cantano "I Moderni".

21:47 - A premiare i quattro difensori è stato il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete.

21:43 - Il terzino sinistro della Top 11 della scorsa stagione è Pablo Armero dell'Udinese. "Mi ha colpito il fatto di essere qui, il fatto di essere stato scelto come miglior esterno per me è molto importante". 

21:38 - L'altro difensore centrale più forte del campionato scorso? Un ex aequo tra Andrea Ranocchia e Alessandro Nesta. Il difensore interista: "Puntiamo in alto, stiamo facendo bene e vogliamo fare meglio nel girone di ritorno". Non è presente Alessandro Nesta.

21:34 - Thiago Silva è il primo difensore centrale premiato: "Io miglior difensore del mondo? Difficile parlare di sé stessi", afferma il brasiliano.

21:30 - Sul palco sale Christian Maggio, che ritira il premio come migliori terzino.  "Il mister mi ha insegnato sia a difendere che attaccare. Se sono migliorato è anche grazie a lui", ha detto il difensore del Napoli.

21:25 - "Sono orgoglioso - dice Handanovic, alla consegna del premio -. L’anno scorso Ibrahimovic mi ha fatto gol all’ultimo minuto, è finita 4-4". Valentina Ballarini in platea intervista il compagno Di Natale: "Più forte di lui c'è solo Buffon e qualche altro", dice Totò. Handanovic replica scherzosamente: "Davanti a Totò c'è Ibra e anche qualcun altro".

21:23 - Il presidente della Lega di Serie A sale sul palco. Sarà lui a premiare Samir Handanovic, il numero uno dei numeri uno della scorsa stagione. Lo sloveno ha battuto Julio Cesar, De Sanctis, Buffon e Abbiati 

21:15 - A far da spalla a Michele Criscitiello, Capo-Redattore della Redazione calcio di Sportitalia e Direttore Responsabile di Tuttomercatoweb.com, ci saranno Alessia Ventura ed il coach Dan Peterson. Valentina Ballarini in platea a raccogliere le interviste. 

21:10 - Michele Criscitiello, presentatore della serata, chiama sul palco il presidente del Coni Gianni Petrucci ed il presidente della Figc Giancarlo Abete.

21:00 - Inizia lo spettacolo. Risuonano le note dell'Inno Nazionale italiano.

Il portiere dell'udinese Handanovic: "Il campionato è ancora lungo, ma noi abbiamo dimostrato di meritare le posizioni alte della classifica. Vogliamo mantenere il passo e continuar a stupire. La parola 'Champions' non ci fa certo paura, vogliamo continuare su questa strada. La sfida con la Juve? Tutte le gare sono importanti e valgono sempre tre punti". 

21:00 -  Christian Maggio indica la sua favorita per lo scudetto: "In campionato stiamo cercando di recuperare anche se non sarà facile. Nella corsa allo scudetto vedo favorita la Juventus. Il prossimo turno di Champions League ci vedrà impegnati contro il Chelsea e la gara d'andata sarà al San Paolo dove speriamo di sfruttare il fattore campo. Vargas è bravo, si deve inserire bene nel nostro calcio ma più giocatori di qualità abbiamo in rosa e meglio è per tutti. Coppa Italia? Se passiamo il prossimo turno credo che la finale potrà essere alla nostra portata", le parole dell'esterno del Napoli, riportate da Tmw.

20:50 - Intervista da Guido Bagatta per "Sportitalia", Andrea Ranocchia, ha parlato del momento nerazzurro: "Siamo in ripresa, abbiamo fatto un bel filotto di vittorie e dobbiamo continuare così. La mia esperienza all'Inter è sempre più bella: ho avuto diversi infortuni muscolari ma ho recuperato e ora sono pronto a dare il mio contributo alla squadra"

20:40 - Presenti anche i milanisti El Shaarawy, Ibrahimovic, Boateng e Thiago Silva. 

20:35 -  Ai microfoni di Sportitalia  è intervenuto Giancarlo Abete, presidente della FIGC: "Questa è una serata di festa - ha dichiarato -, quindi va approcciata nel modo giusto. E’ un momento in cui si incontrano grandi campioni e grandi personaggi del calcio. Rimane comunque il momento di riflessione che sta coinvolgendo il mondo del calcio, soprattutto relativo al calcioscommese. Sugli aspetti tecnici, invece, stiamo recuperando competitività. Abbiamo iniziato in salita questa stagione europea, con l’eliminazione di Roma e Palermo nei preliminari di Europa League, poi ci siamo ripresi, con le nostre cinque squadre che sono riuscite a passare il turno. Prandelli sta lavorando bene come nazionale e prepariamo l’Europeo".

20:31 - Cominciano a sfilare i grandi personaggi al Teatro dal Verme, dove tra poco avrà inizio la prima edizione del Gran Gala del calcio Aic.
.
20:30
- I migliori giocatori del 2011 sfileranno stasera sul palco del Teatro dal Verme in occasione della prima edizione del Gran Gala del calcio Aic, trasmesso in diretta alle 20.45 su Sportitalia 1. I rappresentanti di Milan, Napoli e Udinese hanno spadroneggiato nelle preferenze di allenatori e giocatori, a dimostrazione della splendida annata vissuta dalle squadre. I migliori della linea arretrata sono risultati Maggio, Thiago Silva e Armero, con un ex aequo tra Nesta e Ranocchia. A centrocampo la palma è andata ad Hamsik, Boateng e Marchisio in coabitazione con Thiago Motta. Davanti il tridente delle meraviglie con Di Natale, Cavani e Ibrahimovic, con lo svedese che sembra intenzionato a candidarsi pure l'edizione del 2012, viste le prodezze con cui ha inaugurato l'ano nuovo. L'allenatore ideale di questa super formazione è Massimiliano Allegri, capace di riportare lo scudetto a Milano, sponda rossonera, dopo anni di dominio nerazzurro. Speciale premio alla carriera per Fabio Cannavaro e Alessandro Del Piero che, nonostante la categoria, non vuole dire ancora basta al pallone. Gloria anche per stephan El sharaawy, giudicato miglior giocatore della serie B. Tra i colleghi fischietti, ha primeggiato Nicola Rizzoli che verrà sicuramente interpellato sull'ultimo difficile arbitraggio di Inter-Lazio. Infine un riconoscimento anche per Fabio Capello, a cui verrà consegnato da Sportitalia il premio della critica e per Giampaolo Pozzo, patron di quell'Udinese che non vuole smettere di stupire.