LA JUVE SPEGNE LE LUCI DI SAN SIRO DOPO IL DOPPIO VANTAGGIO

07.07.2020 23:47 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
LA JUVE SPEGNE LE LUCI DI SAN SIRO DOPO IL DOPPIO VANTAGGIO

La Juventus vuole approfittare del passo falso della Lazio che cade a Lecce.

Sarri sorprende in parte, confermato Szczesny in porta, Danilo, Bonucci con Rugani che sostituisce De Ligt e Cuadrado in difesa. A centrocampo Pjanic, Bentancur e la conferma per Rabiot e davanti con Bernardeschi ci sono Higuian   e Cristiano Ronaldo. Nel Milan, Pioli sceglie Rebic a supportare Ibrahimovic.Match che inizia in modo equilibrato con Bonucci che non arriva di poco su corner. Poco dopo Cristiano Ronaldo vicinissimo al gol con pallone deviato. Il Milan reagisce con Ibrahimovic su un errore di Pjanic e poco dopo lo stesso Ibra con un nuovo tiro centrale. 

Molto bene Bentancur che costringe Paquetá al giallo e poco dopo anche Bennacer. Gioca bene la Juve, palla buona per Danilo con palla sparata su Kjaer.Juve che manovra bene e con un paio di triangoli mette Higuain in possibilità di sparo, pallone parato da Donnarumma. 

Primo tempo sul pareggio, buone trame Juve ma poche emozioni. Esce Paquetá ed entra Calhanoglu. 

PRODEZZA RABIOT - la Juve passa con un gol incredibile di Rabiot, salta Conti, si accentra e supera Donnarumma con un super goal. 

CRISTIANO -La Juve raddoppia malissimo Kjaer e Romagnoli che si scontrano, pallone per Ronaldo che fulmina il portiere del Milan, in pochi minuti la Juve fa il vuoto. 

IBRA LA RIAPRE - Il Var interviene per segnalare un colpo di petto di Rebic e la deviazione di Bonucci. Rigore che Ibrahimovic realizza. Rossoneri che tornano in partita. 

1-2 MILAN - La Juventus si addormenta e prende prima il gol di Kessié e poco dopo anche il gol dei Leao, bianconeri letteralmente addormentati. 

Sarri cambia e toglie Rabiot, Pjanic ed Higuain e mette Douglas Costa, Ramsey e Matuidi. La Juventus ci prova di testa e Donnarumma compie il miracolo. 

ANCORA MILAN - Alex Sandro si addormenta e serve Bonaventura che manda in gol Rebic. 

I bianconeri ci provano ma non creano nulla, imbarazzante prova difensiva nella ripresa, occasione buttata, nulla di grave ma con l’Atalanta ci vorrà una grande partita non la gara di oggi dopo il gol di Cristiano Ronaldo.