LA JUVE NON PUO' FALLIRE E ATTENTI ALLE 19.30 ED A QUEL VENTO...

30.06.2020 07:40 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
LA JUVE NON PUO' FALLIRE E ATTENTI ALLE 19.30 ED A QUEL VENTO...

La Juventus non può fallire, anche a Genova, vietato rallentare, i risultati delle rivali che avevano partite ostiche sabato e domenica non apre a soluzione alternative rispetto alla vittoria. Sabato mattina la Juventus si era risvegliata ad un rassicurante più sette e più undici che era presente anche a fine primo tempo delle due rispettive partite. Gli episodi dubbi hanno fatto il resto e permesso di vincere in maniera fortunosa sia alla Lazio, che soprattutto all'Inter che meritava partita alla mano di perdere ampiamente.

I bianconeri, quindi, non possono distrarsi a Genova e devono assolutamente far vedere, se possibile, una prestazione in linea con il secondo tempo contro il Lecce, dove, anche grazie all'espulsione di Lucioni, hanno mostrato una prestazione di ottimo livello.

Maurizio Satti si aspetta maggiore dinamicità rispetto al primo tempo, soprattutto da Federico Bernardeschi, molto bravo a Bologna e meno lucido venerdì scorso, così come da altri elementi meno in vista contro il Lecce, come gli esterni ed alcuni centrocampisti.

Si attende, poi, il gol su azione da Cristiano Ronaldo, che nelle ultime due partite è stato una sentenza dal dischetto, ma rispetto alla Joya che ha segnato tre gol spettacolari nelle ultime tre partite, non è ancora andato a segno se non dagli undici metri.

Il Genoa viene da una gara sofferta anche fisicamente contro il Brescia, Nicola dovrebbe cambiare qualcosa e l'aspetto fisico potrebbe sicuramente incidere, vedremo con quale delle due formazioni.

I cambi saranno ancora una volta determinanti, Sarri si aspetta molto da Ramsey ed Higuain ed ovviamente Douglas Costa, da capire se uno di loro partirà dall'inizio o meno, ma la sensazione è che li vedremo a gara in corso.

Calendario alla mano, la Juventus a Marassi non può fallire, il campo storicamente è ostico, ma i bianconeri questa volta non possono sbagliare, per non vedere l'importante margine conquistato con i denti la settimana scorsa, pericolosamente ridotto.