LA BELLA FESTA ANCHE PER LA JOYA

14.08.2019 18:40 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
LA BELLA FESTA ANCHE PER LA JOYA

La Juventus si gode il suo vernissage, a sorpresa fuori Cristiano Ronaldo per un affaticamento così come de Ligt per una vescica.

Sarri, influenzato, schiera Buffon; Danilo dall'inizio con Demiral, Bonucci ed Alex Sandro; Khedira, Pjanic e Matuidi; infine Dybala, Higuain e Douglas Costa.

Alla fin fine considerando i ritorni solo due facce nuove.

La Juventus passa con Dybala di rigore, Higuain lancia Dybala che si presenta a tu per tu con Siano, ma viene steso alle spalle da Riccio. Penalty giusto che Dybala trasforma con freddezza.

Dybala in palla quello che si vede a Villar perosa anche se manca un po' di condizione. 

Bianconeri sotto ritmo con un gran caldo che prende anche Demiral che infila di petto la propria porta sorprendendo Szczesny.

Dybala rimette le cose a posto e si dimostra in palla, recuperando un pallone vagante e segnando il gol del due ad uno.

Cambia tutta la Juve nella ripresa, Rabiot subito pericoloso che si dimostra un ottimo tiratore.

Si fa tempo a vedere solo il tre ad uno di Cuadrado di tacco, prima di una nuova invasione che termina la gara al minuto cinquanta.

Per Sarri poche indicazioni di gioco, ritmo non altissimo e gara non molto utile in vista dell'inizio del campionato. 

Qualche indicazione l'abbiamo avuta noi da Mario Mandzukic in quei pochi minuti giocati, apparso già sulla via di una nuova destinazione.

Sabato a Trieste qualche indicazione in più ma forse servirà un'altra amichevole in settimana magari con l'Under 23 perché c'è ancora molto da lavorare. 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve