KULUSEVSKI HA RISPOSTO PRESENTE, MCKENNIE PURE, CHIESA GIA' DA TEMPO, MANCA ARTHUR E SU MORATA...

13.04.2021 09:00 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
KULUSEVSKI HA RISPOSTO PRESENTE, MCKENNIE PURE, CHIESA GIA' DA TEMPO, MANCA ARTHUR E SU MORATA...
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Mancano solo otto partite più la finale di Coppa Italia alla fine e la Juventus può cominciare a fare le sue valutazioni sui nuovi acquisti estivi, del resto non ci sono molte altre possibilità di vederli in campo.

E' innegabile che il calciatore che ha convinto di più e che si è inserito con il ruolo di titolare fisso nello scacchiere bianconero è Federico Chiesa, autore di una stagione da incorniciare per rendimento e per capacità di crescita con dodici reti all'attivo, un numero importante, considerando che Morata ne ha segnati 17.

Da notare che proprio per numero per i gol si distinguono alcuni dei nuovi acquisti in casa Juve, in particolare Dejan Kulusevski e Weston McKennie che hanno messo a segno sei reti in stagione e che sicuramente rappresentano, con qualche calo di rendimento degli acquisti azzeccati..

Il parco degli arrivi estivi è stato completato da Alvaro Morata e Arthur, il primo ha messo a segno 17 reti in stagione, con gol importanti, ma anche per lui qualche passaggio a vuoto, stesso discorso per Arthur, unico nel centrocampo per capacità di tenere palla ma anche autore di lunghi passaggi a vuoto e di quel passaggio contro il Benevento che grida vendetta.

Domanda lecita,. quindi, i nuovi acquisti hanno avuto, quindi, il giusto impatto nella Juventus? Chiesa sicuramente si, diventando un punto fisso, Morata, pure, gli altri in parte. Rispetto ai calciatori dell'anno scorso, però c'è stato un upgrade, andando sui singoli. Chiesa meglio del Douglas Costa dell'anno passato, Morata meglio di Higuain, Kulusevski meglio di Matuidi, McKennie meglio dell'ultimo Khedira. Il vero dibattito, riguarda lo scambio tra Miralem Pjanic e Arthur, ma tutti i nuovi hanno fatto meglio dei partenti o comunque hanno dato qualcosa di più.

Il problema grande, rappresenta il rendimento complessivo della squadre e la mancanza di continuità di prestazione oltre ad un'assenza che ha pesato più di tutti ed ha un nome ed un cognome: Paulo Dybala.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve