I DUBBI DI SARRI SONO ANCHE I NOSTRI! MA CI SONO CERTEZZE...

11.06.2020 00:05 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
I DUBBI DI SARRI SONO ANCHE I NOSTRI! MA CI SONO CERTEZZE...

Maurizio Sarri si prepara a tornare a seguire la squadra in una gara ufficiale, a più di tre mesi dalla bellissima vittoria contro l'Inter, tre mesi, sono una distanza enorme, praticamente più di quella che intercorre di solito tra la fine del campionato e l'inizio dello stesso, ma con la differenza che in mezzo ci sono amichevoli e partite utili a dare delle indicazioni.

In questo caso non ci sono state ed è totalmente un'incognita quello che succederà domani sera, quindi, il pronostico sembra veramente essere molto, ma molto complicato.

Lo stesso Sarri, lo ha spiegato chiaramente: "Io credo che nessuno staff e nessuna squadra sappia a che punto siamo arrivati. Per due motivi molto semplici: il primo è che siamo reduci da un'interruzione anomala, anomala nel senso che i giocatori d'estate fanno interruzioni di 30 giorni e fanno solitamente interruzioni attive. C'è chi nuota, chi gioca a tennis, mentre questa volta siamo si fronte ad un'interruzione passiva, nel senso che i giocatori sono stati per 60 giorni su un divano. Con piccole attività svolte in casa. Quindi è una situazione talmente anomala che non ci dà delle certezze su quella che può essere l'efficienza anche vista la mancanza delle amichevoli. Quindi uno come me può essere soddisfatto per quello che ha visto in allenamento ma poi il riscontro in partita è diverso".

I dubbi di Sarri sono anche i nostri, forse si potevano permettere delle partite di preparazione, sicuramente si inizia con un tour de force che sarà pericoloso e che non si sa come verrà affrontato a livello di condizione.

Nel frattempo, la certezza arriva dai campioni, la Juventus ne ha molti, Cristiano Ronaldo, vedendolo sembra essere già in palla, ma aspettiamo il giudizio del campo, per i tifosi l'attacco è una certezza, almeno ricordando l'ultima sfida dell'otto marzo.

Sarri si gode i suoi campioni, anche se ci sono, a volte, difficoltà, a farli convivere, ma forse sono queste le scelte belle degli allenatori:"Dybala è un giocatore fenomenale. La nostra difficoltà dal punto di vista tattico è far coesistere due giocatori atipici nella steso momento in campo. È chiaro che possono fare la differenza in qualsiasi azione. È altrettanto chiaro che dal punto di vista tattico non è semplice farli giocare insieme. Ma quando due giocatori hanno queste qualità tecniche e anche fisiche possono fare le differenze in qualsiasi momento e il resto della squadra si deve saper adeguare, a quello che fanno sia in fase difensiva che offensiva. È chiaro che avere l'area avversaria vuota con questa soluzione la abbiamo. Però è una difficoltà piacevole".

Difficoltà piacevole, ma anche certezza che speriamo si concretizzi già domani sera, in una sfida senza appello che può condurre a giocarsi il primo obiettivo stagionale.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve