FUTURO DI PIRLO DECIDE GASPERINI. OCCASIONE DYBALA. GARANZIA RONALDO

17.04.2021 19:00 di Quintiliano Giampietro   Vedi letture
FUTURO DI PIRLO DECIDE GASPERINI. OCCASIONE DYBALA. GARANZIA RONALDO
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

L'appuntamento di Bergamo non sarà decisivo, ma fortemente indicativo in chiave Champions e non solo. Vincere rafforzerebbe il terzo posto e assumerebbe un valore ancora più importante perché contro una diretta concorrente. Forse la più accreditata. L'impegno è arduo, ma proprio contro la Dea all'andata si è vista una delle migliori prove stagionali della Juve. Solo le parate di Gollini, in primis il rigore neutralizzato a Ronaldo, negarono il successo ai bianconeri. Al contrario, con una sconfitta Madama verrebbe scavalcata e soprattutto rivedrebbe le ombre che durante la stagione si sono alternate alle luci, in verità poche. Gasperini ha un'idea diversa sul peso del match: “Non sarà uno spareggio Champions. Dopo questa mancheranno sette gare, 21 punti a disposizione”.

Dal canto suo Pirlo manifesta la solita serenità: “Vogliamo arrivare più in alto possibile, ci siamo stretti per il nuovo obiettivo, non idoneo alla Juventus, purtroppo i primi sono distanti”. Il tecnico è però consapevole che senza Champions rischia fortemente la panchina. La Juve fuori dalla coppa più prestigiosa sarebbe un fallimento sportivo ed economico. Altro step fondamentale per il destino dell'ex regista è la Coppa Italia. Anche in questo caso l'avversario è l'Atalanta. Una fetta importante del futuro di Pirlo praticamente dipende da Gasperini.

A proposito di futuro, resta in bilico anche quello di Dybala. La stagione dell'argentino è stata funestata dai problemi fisici, poi è arrivato il gol decisivo contro il Napoli. Contro la Dea torna titolare per la prima volta dopo l'infortunio subito il 10 gennaio, complice il forfait di Ronaldo. Un'occasione ghiotta per dimostrare di essere ancora il giocatore premiato come migliore dell'ultima Serie A. E forse per fare passi avanti verso il rinnovo del contratto scadente nel 2022. La Joya ha cambiato la foto sul suo profilo Instagram ed ora appare con la fascia da capitano. Casualità? E' lecito pensare di no.

Dal destino di Dybala a quello di Ronaldo. L'ingaggio faraonico non aiuta certo un possibile addio del cinque volte Pallone d'Oro. Lui vorrebbe tornare al Real Madrid, ma il presidente Perez gli ha chiuso le porte. Il Psg forse sarebbe l'unico club realmente interessato al fuoriclasse portoghese perché il proprietario qatariota Nasser Al-Khelaifi potrebbe utilizzarlo come veicolo pubblicitario ai Mondiali del 2022 in programma proprio nel Paese mediorientale. Nelle ultime ore ad alimentare le voci sul futuro di Cr7 sono arrivate le parole del connazionale lusitano e grande amico Pepe, peraltro ex compagno di squadra al Real Madrid: “Cristiano è felice a Torino, credo che rimarrà alla Juve almeno un altro anno”. Alla prossima punbtata.